Arriva finalmente una buona notizia per chi utilizza internet su tablet e smartphone e deve viaggiare nell'Unione Europea. Dal 1 luglio le tariffe per il roaming subiranno una notevole sforbiciata in tutta Europa. I prezzi massi per il download per il download di dati scenderà di oltre la metà: da 45 a 20 centesimi per megabyte. Voluto dall'Unione Europea, la riduzione dei costi, renderà più conveniente ai cittadini europei che andranno all’estero per le vacanze estive potersi orientare con le mappe, guardare video in streaming, controllare la posta elettronica e aggiornare Instagram, Facebook e Twitter.

Pubblicità
Pubblicità

Annunciata mesi fa dall'Ue, nella speranza che questa iniziativa alleviasse le spinte euroscettiche nell'ultima campagna elettorale per il rinnovo del Parlamento continentale, la decisione della riduzione delle tariffe di roaming 'farà una grande differenza per tutti noi questa estate, ma non è abbastanza - ha detto il vice presidente della Commissione europea, Neelie Kroes - Perché dovremmo avere dei costi di roaming in un mercato unico? Spero che per la fine di quest’anno completeremo la fine delle tariffe di roaming che abbiamo concordato. Il Parlamento ha fatto la sua parte, ora tocca agli Stati membri'.

L'iniziativa dell'Ue di introdurre i 'massimali tariffari' ha permesso al consumo dati continentale un grande aumento di traffico. Ora garantiscono da Bruxelles anche chiamate e sms saranno meno cari. L'effetto previsto è anche quello di una più forte concorrenza tra gli operatori, oltre che la stipula di accordi tra gestori di rete locali per offrire tariffe più agevoli per i consumatori comunicati che viaggiano nel continente europeo.

Aumenta anche la libertà di uso della rete, dicono da Bruxelles in una nota: 'Il regolamento per la realizzazione di un continente connesso, proposto dalla Commissione - si legge - elimina le tariffe, garantisce una rete internet aperta e neutrale e offre una maggiore tutela ai consumatori che utilizzano servizi mobili e a banda larga '.

Leggi tutto