Apple dopo aver osservato le potenzialità della fotocamera del Samsung Galaxy S7, sta lavorando duramente per lanciare il prossimo autunno il successore di iPhone 6S e iPhone 6S Plus. L’intento dell’azienda di Cupertino è quello di ridurre l’enorme gap creatosi con la strabiliante nuova fotocamera di Samsung montata nel Galaxy S7, progettando un device del tutto nuovo sia nell’estetica che nelle funzionalità. Secondo indiscrezioni dell’ultimo mese Apple starebbe lavorando ad un ulteriore versione da inserirenel suo ventaglio di prodotti: una versione Pro da aggregare all'iPhone 7 e ad iPhone 7 Plus.

L’iPhone Pro dovrebbe avere: un display da 5.5 pollici, una fotocamera con doppio sensore fotografico della Sony, un quantitativo di RAM superiore, ben 3GB di RAM rispetto ai 2GB della versione base e plus. Inoltre gli addetti ai lavori ultimamente quotano al ribasso la possibilità di vedere prodotta una versione da 256 GB di storage interno.

Parlando della versione base di iPhone 7, secondo alcune voci lo spessore dovrebbe essere piuttosto contenuto, grazie all’eliminazione del jack audio, dovrebbe essere di 6,3 mm.

Altra feature che verra inserita su iPhone 7 di cui si parla in rete, ma che in molti addetti ai lavori reputano non matura, la tecnologia Li-Fi. Quest’ultima è una tecnologia senza fili che invece di sfruttare le onde radio sfrutta i fasci luminosi, il che consentirebbe di raggiungere velocità 100 volte superiori dell’attuale Wi-Fi. Apple vuole cercare di sbaragliare la concorrenza offrendo nuove feature mai viste sugli smartphone per competere e vincere la battaglia con il Top di gamma di Samsung.

Come funzionerà la fotocamera Dual Lens?

In molti parlano da parecchi mesi ormai di una probabile introduzione della fotocamera a doppio obiettivo su iPhone 7. Nel mese di gennaio Apple depositò un brevetto che spiegava come essa intendesse utilizzare la fotocamera a doppia lente e quale interfaccia l’applicazione fotocamera dovrebbe mostrare sui prossimi dispositivi iOS. Ciò che viene descritto all’interno del brevetto è un sistema a doppia fotocamera in cui i due obiettivi hanno caratteristiche diverse: un obiettivo grandangolare (simile a quello utilizzato fino ad oggi nelle varie versioni di iPhone); mentre la seconda lente teleobiettivo permetterà invece di catturare lo zoom-in del soggetto o elemento selezionato sia nei video che nelle foto.

I due sensori possono anche essere utilizzati separatamente oltre che in contemporanea, per scattare sia foto che video separati. Nell’applicazione fotocamera le immagini catturate dai due sensori vengono visualizzate con una vista split-screen dello schermo diviso in due parti: una che mostra l’immagine grandangolare standard da una parte, mentre l’altra mostra l’immagine ingrandita. Il software fotocamera di Apple dovrebbe permettere all'utente poi di scegliere se renderizzare e unire le due foto o video oppure salvare i 2 file in maniera separata.

Quando si sta scattando una foto o un video, gli utenti possono attivare la seconda camera specializzata nei primi piani, semplicemente toccando un punto della foto che vogliono ingrandire con la seconda fotocamera.

Il funzionamento descritto nel brevetto dovrebbe funzionare in maniera similare a quanto già viene svolto dallo zoom digitale del software fotocamera degli smartphone tradizionali. La tecnologia Dual Lens però si distingue dalla soluzione tradizionale sopra enunciata grazie all'utilizzo di un secondo sensore, un obiettivo con una capacità focale maggiore, con il vantaggio di non avere nessuna perdita di dettaglio nell’immagine ingrandita, a differenza dello zoom digitale, risultando più nitida e chiara.

Utilizzando le specifiche descritte nel brevetto un blogger di Macrumor.com ha realizzato un video che spiegherebbe il funzionamento della tecnologia Dual Lens che potrebbe aggiungere caratteristiche impressionanti al prossimo top di gamma di Apple.

Segui la pagina Apple
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!