Nel 2010 ha fatto la sua comparsa questa nuova piattaforma chiamata Instagram, dove è possibile postare foto, commentare quelle di altri utenti e aggiungere like. Lo scopo principale per cui viene usato è prendersi una pausa, scorrendo le foto senza sovraccaricare il cervello con altre informazioni. Questo è il punto forte, cioè l'immediatezza che le immagini hanno rispetto a un testo scritto. Così cominciò a essere usato da un numero sempre crescente di persone, fino a diventare uno dei social più apprezzati.

Negli ultimi anni con l'introduzione della possibilità di promuovere i propri post, molte aziende lo utilizzano a scopo pubblicitario, incrementando le visualizzazioni dei prodotti e le vendite.

Le storie

Tra le funzionalità più apprezzate ci sono sicuramente le storie, ovvero dei "post lampo" che sono visibili solo per ventiquattro ore; in questi post è possibile mettere foto, video e testo. Quando non vogliamo perdere una delle nostre stories possiamo salvarla e questa rimarrà visibile sul profilo nella sezione "storie salvate".

Riguardo a questo aspetto gli sviluppatori stanno sperimentando la funzionalità di inserire uno sfondo personalizzato, come avviene per i post di facebook. Le storie, essendo brevi, hanno un impatto forte e generano una grande portata di visualizzazioni; questo è quello che è successo a Fabio Rovazzi nel giorno del suo compleanno quando il rapper e amico Fedez ha pubblicato il suo numero di cellulare. Un'altra funzionalità interessante sono i sondaggi ovvero far votare i propri followers riguardo alle questioni più disparate: solo il proprietario dell'account può comunque vedere il risultato e chi ha votato.

Quando guardiamo la storia di qualcuno, egli ha la possibilità di vedere il nome di chi ha visualizzato, ma c'è un modo per far sì che questo rimanga nascosto; è necessario scaricare l'applicazione per Android chiamata "Story saver" e, in questo modo, si ha la possibilità di visualizzare senza essere visti; l'unico difetto è che questo procedimento è possibile solo con gli utenti che hanno un profilo aperto che non devono quindi richiedere l'autorizzazione per vedere i post.

Le novità introdotte

Tra tutte le nuove funzioni quella sicuramente più interessante è relativa alla possibilità di vedere l'ultimo accesso di un utente che seguiamo. Per fare ciò basta andare nella pagina delle direct, ovvero dei messaggi, e sotto il nome dell'utente verrà visualizzato il suo ultimo accesso. Questo può essere utile per i curiosoni che non possono fare a meno di controllare i loro amici.

Segui la nostra pagina Facebook!