Il mistero legato alla sparizione di Elena Ceste si infittisce giorno dopo giorno e le indagini, nonostante qualche segnalazione poi dimostratosi inconsistente, continuano a barcollare nel vuoto. Sono passati ormai quasi tre mesi da quel drammatico 24 gennaio quando la mamma di Costigliole d'Asti è sembrata svanire nel nulla: da allora molte ipotesi sono state fatte, a partire dall'allontanamento volontario, ma anche suicidio, omicidio e persino coinvolgimento di sette sataniche ma ad oggi 21 settembre nessuno è ancora stato iscritto nel registro degli indagati.

Il marito Michele Buoniconti, da molti considerato il colpevole della sparizione di Elena Ceste, sembra ad oggi la persona sulla quale maggiormente si concentrano le indagini degli inquirenti e le stesse voci che si rincorrono a Costigliole d'Asti sembrano puntare il dito verso di lui. Basti rivolgere lo sguardo sulle varie ipotesi più o meno accreditate presenti nel web per rendersi conto di quanto le sue versioni dei fatti comincino a scricchiolare sebbene, ad oggi, non esistano particolari indizi a suo carico.

Elena Ceste: ecco i dubbi sulla foto mostrata a Quarto Grado

Qualche giorno fa il programma Quarto Grado ha mostrato la foto di una donna presente a Tenerife molto somigliante ad Elena Ceste. Luciana Torchia, la persona che ha scattato la foto, intervistata nella trasmissione Mediaset, ha spiegato che quella signora si trovava nella sala di aspetto di un ospedale con un evidente stato di apprensione.

Ma è davvero lei Elena Ceste? Purtroppo ancora una volta anche questa sembrerebbe essere una segnalazione non pertinente. Come già accaduto qualche mese con una donna fotografata in tram che poi si è dimostrata solo somigliante ad Elena, anche in questo caso le speranze potrebbero svanire nel nulla. Con la differenza che allora i telegiornali si erano interessati alla notizia, mentre in questo caso la foto è stata segnalata solo a Quarto Grado dimostrando la probabile falsa pista.

E' quindi probabile che gli inquirenti decidano di non andare oltre con le indagini a Tenerife.

Segui la nostra pagina Facebook!