Una notte tragica quella appena trascorsa per quanto riguarda gli incidenti stradali: quattro vittime, di cui due di soli 19 anni, nel Torinese, a Chioggia e a Pordenone. Due persone sono morte a causa di un terribile incidente stradale frontale che ha avuto luogo a Chioggia, sulla statale 309, vicino al ponte che collega la cittadina del Veneziano alla terraferma. Le vittime sono un cittadino polacco e uno del Bangladesh: le dinamiche vedono il secondo alla guida di un furgone, mentre il primo di un autoarticolato.

La strada statale è rimasta bloccata per circa quattro ore a causa dell'incidente. Sul posto si sono presentate le squadre dei vigili del fuoco. Al momento non sappiamo con certezza quali siano le cause dei fatti.

Incidenti stradali: morti a Torino e a Pordenone

Muore una giovane di 19 anni a Torino, a causa di un incidente d'auto. Un'altra tragedia stradale avvenuta intorno alle prime luci del giorno del Torinese. Ilenia Piscitelli, questo il nome della vittima, viaggiava su una Fiat Punto, scontratasi frontalmente con una Fiat Panda.

Il conducente della seconda vettura è uscito illeso, mentre la ragazza, che viaggiava sul sedile posteriore dell'auto, a causa dell'urto è stata sbalzata fuori dall'abitacolo, morendo sul colpo. Gli altri passeggeri della Fiat Punto sono stati feriti, ma non in modo grave. Tocca infine a un giovane calciatore di 19 anni perdere la vita in questa lunga notte di tragedie. Riccardo Meneghel, di Prata in provincia di Pordenone, è rimasto ucciso in un incidente stradale.

La Polizia Stradale ha ricostruito la dinamica dei fatti, sostenendo che Riccardo viaggiava in sella alla proprio motocicletta, la quale all'altezza di un distributore di benzina si sarebbe scontrata con un'auto che si stava immettendo nella via principale. Il giovane frequentava l'ultimo anno dell'istituto tecnico Kennedy di Pordenone ed era considerato una promessa del Tamai, squadra di calcio attualmente in serie D.

Meneghel è morto nonostante il tempestivo intervento dei soccorsi e intervento chirurgico d'emergenza in ospedale.

Segui la nostra pagina Facebook!