Bimbi in un contenitore. Scoperti quattro cadaveri di neonati all'interno dell'armadio di un'azienda in Canada. Un ritrovamento terrificante nel Winnipeg sulla Mc Phillips Street. Ancora sconvolti i dipendenti che mentre lavoravano hanno visto i corpicini senza vita e in avanzato stato di decomposizione. I bambini erano stati sistemati dentro un contenitore, poi riposto nell'armadietto che l'azienda utilizzava per immagazzinare merce e prodotti vari. È già in corso l'autopsia per rispondere ad alcuni quesiti quali età e sesso e chiaramente i risultati faranno luce su alcune domande importanti per l'indagine in corso.

I piccoli sono stati trovati, nella società situata su McPhillips Street, lunedì mattina, ma la polizia ha confermato la triste notizie solo martedì mattina nel corso di una conferenza stampa. I resti erano già in un avanzato stato di disfacimento e bisogna ancora confermare se si tratta di tre o quattro cadaveri. Altre notizie probabilmente saranno divulgate nella giornata di oggi dal portavoce della polizia di Winnipeg.

I dipendenti, protagonisti del ritrovamento, hanno immediatamente chiamato le forze dell'ordine appena compreso l'oggetto della scoperta.

«Erano le 13, l'ora di pranzo, circa quando siamo stati avvisati» ha commentato Eric Hofley, il portavoce della polizia del Winnipeg. Il personale stava lavorando e inventariando dei contenitori di stoccaggio, poi l'orribile vista dei neonati in decomposizione. Infatti i resti erano in uno stato avanzato di putrefazione e chiaramente con un forte odore penetrante. La polizia non è ancora sicura se si tratta di tre o quattro corpicini.

L'autopsia chiarirà ogni dubbio, l'età e il sesso e si spera, anche le circostanze di morte. «Al momento vogliamo evitare ogni ipotesi investigativa» ha dichiarato il portavoce della polizia di Winnipeg Eric Hofley. Sul caso sta indagando l'unità di abusi sui minori. Attualmente le informazioni disponibili sono poche perché la polizia ha deciso di mettere al corrente l'opinione pubblica quando ci saranno indizi certi e sicuri.

Segui la nostra pagina Facebook!