Ospite già domenica scorsa da Barbara D'Urso, un uomo aveva scelto di non farsi vedere ma di volere raccontare la sua verità sul caso Elena Ceste e sulla sua amicizia con la mamma di Costigliole scomparsa e poi trovata morta a fine ottobre dopo mesi di ricerche. I dubbi sulla causa del decesso rimangono ancora troppi, ma al momento solo il marito risulta iscritto nel registro degli indagati solo come atto dovuto. Gli inquirenti non si sono mai fermati, e dal giorno del ritrovamento proseguono la ricerca della verità. Oggi nel salotto di Barbara D'Urso un altro tassello si aggiunge ai precedenti. La conduttrice, nonostante le accuse ricevute negli ultimi giorni sul cattivo modo di fare giornalismo, anche oggi è tornata sul caso Elena Ceste e lo ha fatto con un'esclusiva in studio.

Parla Tony, presunto amante di Elena Ceste

Ha deciso di farsi intervistare per dare ulteriori chiarimenti sul fatto di essere stato definito a tutti i giornali il presunto ultimo amante di Elena Ceste, e questa volta ha scelto di mostrare il suo volto.

Tony ha deciso di non nascondersi più. L'uomo conosce Elena da ragazzina: si sono frequentati da amici quando lei era fidanzata con Paolo. Nel 2012 Elena Ceste contatta l'uomo tramite Facebook.

"Una sera entrando su Facebook ho visto una richiesta di amicizia e ho capito che era lei. Messaggiando, abbiamo iniziato a parlare di vecchi tempi, e poi mi ha chiesto se ero disposto ad andare a prendere un caffè a casa sua. Sono entrato con la macchina nel cortile perché non c'era niente da nascondere. Quando sono arrivato, ho chiesto dov'era il marito e i figli, e lei mi ha detto che il marito era a lavoro e i figli dai suoi genitori. Io sono andato da lei due volte, un sabato e una domenica".

Non c'è stata alcuna relazione extraconiugale tra me ed Elena Ceste

"Rivederla dopo tanti anni è stato un bell'effetto, sono rimasto lì un'ora e mezza, abbiamo chiacchierato dei vecchi tempi, mi ha chiesto se ero sposato e se avevo dei figli.

I migliori video del giorno

Mi ha fatto vedere la casa, mi ha portato a vedere la mansarda perché avevano fatto dei lavori. Dalla prima alla seconda volta in cui sono ritornato da lei, saranno passate due o tre settimane. Mi ha parlato del marito, che era un gran lavoratore, e di come l'ha conosciuto. Era contenta di vedermi, di parlare con me. Elena è sempre stata una ragazza timida. Non so se Michele ha saputo che sono andato a casa sua, ma credo di no. Ci tenevo a precisare che non c'è stata alcuna relazione extraconiugale tra me ed Elena Ceste".