Tregua oggi per il Maltempo, ma il bilancio delle vittime continua a salire. Anche stamane i sommozzatori dei vigili del fuoco hanno recuperato il corpo dell'uomo senza vita vicino ad un mulino che è stato invaso dall'acqua a seguito delle forti piogge. È l'ultima in ordine cronologico di 5 vittime registratesi in questi ultimi giorni. Oggi la pioggia ha concesso un allentamento dell'emergenza ma si contano i danni e si piangono le vittime. I coniugi Leivi morti a seguito di uno smottamento che ha travolto in pieno la loro casa, i due anziani che ieri hanno perso la vita nei pressi del lago Maggiore, ed oggi l'uomo nella provincia di Cremona.

L'emergenza per l'esondazione dei laghi Maggiore e Orta è rientrata, i laghi hanno smesso di aumentare di volume. Isola Bella è ancora sott'acqua, i collegamenti restano interrotte e numerose strade sono a rischio frane. Il Seveso è esondato ieri nel pomeriggio, oggi è rientrato riportando la viabilità ad essere riattivata. Situazione di allarme per il Lambro che rimane ancora ad un livello elevato, desta ancora molta preoccupazione per la protezione civile che monitorizza attentamente gli argini. Ad ogni modo a Milano, il comune ha deciso, nonostante lo stop delle piogge, che molte scuole nella zona colpita dal Seveso ieri, rimarranno chiuse.

In Liguria il maltempo ha concesso una tregua ma resta comunque l'emergenza. In questi giorni post alluvione si sta provvedendo alla conta dei danni.

I migliori video del giorno

Tra Levi e Carasco non esiste più il confine naturale, la collina sta infatti crollando appesantita dalle piogge. La zona, che è stata la più colpita, versa ancora in condizioni di ulteriore disagio, la corrente elettrica non è stata ancora ripristinata e l'acqua non è più potabile. Torna invece alla normale operatività l'aeroporto di Genova, che in questi giorni aveva ridotto al minimo i suoi servizi. Il meteo non sembra dare rassicurazioni per i prossimi giorni, pare che il maltempo riprenderà a flagellare il nord nel prossimo week end. Allerta in Emilia Romagna che vedrà i livelli di allarme piena crescere alle 4 di domani.