S'infittisce il mistero sul caso di Elena Ceste, la donna di Costigliole d'Asti scomparsa a gennaio e ritrovata tragicamente morta lo scorso 18 ottobre, nei pressi di un canale di scolo a due chilometri dalla sua abitazione. Negli ultimi giorni si è costituito su Facebook un comitato in difesa del marito Michele Buoninconti, al momento unico indagato per omicidio volontario e occultamento di cadavere. Il comitato è formato da alcuni suoi amici di scuola, i quali ritengono che Buoninconti sia innocente.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie TV

Secondo moltissimi, invece, il vero colpevole sarebbe proprio il marito della donna. Intanto, proseguono le indagini sul caso.

Ultime news Elena Ceste, la donna non è scomparsa prima della colazione

Nei giorni scorsi era emersa l'indiscrezione secondo la quale Elena Ceste non sarebbe stata presente a colazione la mattina della scomparsa, ovvero il 24 gennaio.

Tuttavia, gli inquirenti hanno ascoltato la testimonianza della figlia maggiore, la quale avrebbe dichiarato che in realtà la madre era presente a colazione; aveva preparato il cibo per i bambini prima di accompagnarli a scuola, ma non aveva mangiato nulla. Vari quotidiani e siti d'informazione, dunque, potrebbero avere equivocato la testimonianza della figlia maggiore, spargendo una notizia che nelle ultime ore è stata smentita. Dunque, Elena Ceste, la mattina del 24 gennaio, ovvero poco prima della scomparsa, era presente a colazione; la donna non è scomparsa tra la notte del 23 e il 24 gennaio. In questo caso, infatti, non si spiegherebbe la testimonianza della vicina di casa Marilena, la quale ha affermato di avere visto Elena Ceste in giardino quella mattina.

Ultime news Elena Ceste, la chiave del giallo risiede nel telefono cellulare della donna?

Le indagini sul caso continuano, ma molto probabilmente, la chiave del mistero deve essere individuata nel cellulare di Elena Ceste.

I migliori video del giorno

Michele ha infatti dato due versioni: secondo la prima, avrebbe trovato a casa il cellulare della donna e le avrebbe telefonato (cosa alquanto strana); stando alla seconda versione invece, Michele avrebbe lasciato a casa il cellulare della donna e poi avrebbe avvertito la vicina di casa della scomparsa di Elena Ceste (cosa molto più logica e sensata). Il quadro dunque non è ancora chiaro ma non è escluso che Michele stia mentendo.