Sono gravissime le accuse a carico di Michele Buoninconti, l'uomo in carcere per l'omicidio e l'occultamento del cadavere della moglie Elena Ceste, nonostante continui a dirsi innocente e a sperare che la verità sulla morte della donna di Costigliole d'Asti possa venire presto a galla. Le news sul giallo di Elena Ceste, ci informano ora dei tentativi di Michele di screditare terze persone a lui vicine pur di salvarsi dalle pesantissime accuse contro di lui. Buoninconti avrebbe addirittura puntato il dito contro la figlia minore, il parroco e il suocero, ovvero il padre di Elena Ceste, facendo emergere allo stesso tempo la profonda crisi nel suo matrimonio già prima dell'uccisione della donna: ecco quali sono le news relative al caso di Costigliole.

Elena Ceste news: Michele punta il dito contro la figlia, il parroco ed il padre della moglie, coppia in crisi?

Dalle ultime news su Michele Buoninconti in merito al caso Elena Ceste, come vi avevamo riportato anche noi risulterebbe l'interesse dell'uomo di rifarsi velocemente una vita subito dopo la morte della moglie della quale è accusato. Il loro matrimonio era forse in crisi? Stando alle novità diffuse da Giallo, la risposta sembrerebbe affermativa. Buoninconti avrebbe addirittura puntato il dito contro la figlia minore, nel corso dell'interrogatorio di garanzia dopo il suo arresto, dandole della bugiarda e smentendo la risposta affermativa della piccola in merito alle liti tra i due genitori e che sottolineavano come il loro rapporto fosse già profondamente in crisi.

I migliori video del giorno

Secondo le news in merito all'interrogatorio, Michele avrebbe inoltre smentito anche il prete, don Roberto, in merito alle sue dichiarazioni relative al ritrovamento degli occhiali di Elena Ceste, fornendo una differente versione rispetto a quella data dal religioso e negando di aver mai parlato con il parroco.

Non è tutto, le news sul giallo di Elena Ceste sembrano aggravare ancor di più il quadro indiziario contro Michele, il quale avrebbe continuato a mentire agli inquirenti anche in un'altra occasione, ovvero parlando del suocero - padre della moglie uccisa - a proposito della caldaia di Govone. Aspetto, questo, che sottolinea ancora una volta il matrimonio in crisi tra Michele e la moglie. La sera precedente all'uccisione di Elena Ceste, il padre l'aveva sentita telefonicamente chiedendole di dire a Michele di andare a Govone il giorno seguente per accendere la caldaia, ma la donna, stizzita, gli consigliò di parlare direttamente con l'uomo, sottolineando quindi una tensione tra i due. Michele, anche in quest'occasione ha fornito una diversa versione smentendo il suocero e screditandolo. Quali sono le motivazioni di questo atteggiamento di Buoninconti nei confronti di persone a lui vicine? Per gli inquirenti rappresentano tentativi falliti da parte di Michele di negare le sue responsabilità. Se volete conoscere le ultime news sul giallo di Elena Ceste, vi invitiamo a cliccare sul tasto Segui in alto.