Proseguono le indagini degli inquirenti con l'intento di fare luce sulla scomparsa di Guerrina Piscaglia, la donna di Ca' Raffaello evaporata nel nulla ormai 9 mesi fa; l'unico indagato in una vicenda che comunque la si guardi appare sempre più ingarbugliata è Padre Gratien, il Sacerdote della Parrocchia che frequentava la donna. Le ultime notizie circa la scomparsa di Guerrina Piscaglia si concentrano proprio sulla posizione di Padre Gratien, al centro di una serie di scandali che ben poco hanno a che vedere con uno stile di vita votato al sacerdozio.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

A tenere banco è in particolare la testimonianza di Bereta Cogljataru, la donna rumena che ha dichiarato agli inquirenti di aver avuto diversi rapporti intimi con il prete dietro compenso in denaro.

Chiamata a testimoniare in aula davanti al Gip, la 22enne rumena ha però ritrattato la propria versione dei fatti, forse intimorita dalla presenza a sorpresa in aula dello stesso Padre Gratien, che come si converrebbe ai migliori film thriller si è presentato dinnanzi al Gip fra lo stupore generale.

Guerrina Piscaglia, ultime notizie: Padre Gratien e la donna rumena, 'amori' e mezze verità - Il vicolo cieco

Le ultime notizie relative alla scomparsa di Guerrina Piscaglia raccontano in definitiva di come gli inquirenti abbiano imboccato un vicolo cieco: l'unico indagato rimane Padre Gratien, reo di aver ricevuto alcuni sms sospetti dalla donna poco prima della scomparsa. Lui, il Sacerdote, continua a negare tutto, ma le ultime rivelazioni fanno pensare ad un uomo comunque non dedito al solo istituto al quale avrebbe teoricamente consacrato la propria vita: intervenuta in Aula, Bereta Cogljataru ha infatti sostenuto di aver avuto rapporti intimi con lui e di aver accettato 100 euro ma solo per via della condizione di grande difficoltà economica in cui versa la famiglia. La donna ha dunque ritrattato quanto affermato in 'privato' davanti agli inquirenti, quando aveva parlato di rapporti ripetuti e sempre dietro compenso. A questo punto una domanda sorge spontanea: qual è la verità? Tra amori falsi o presunti tali e mezze bugie (Padre Gratien, ad esempio, non ha ancora spiegato il perché di quei famosi sms) le ultime news sulla scomparsa di Guerrina Piscaglia consegnano di certo un quadro difficile da leggere. Sempre più precaria appare la posizione del sacerdote protagonista della vicenda, adesso più che mai data la conferma dell'esistenza della doppia vita da curato e amante, due attività che certo non vanno d'accordo tra di loro. L'ultima parola spetterà comunque alla Procura, che entro il mese di aprile dovrà stabilire se rigettare e archiviare la posizione di Padre Gratien o se invece chiedere il rinvio a giudizio. Il rischio è comunque quello che la vivace e quanto meno pittoresca vita sentimentale del Sacerdote possa distogliere l'attenzione dal vero fulcro della vicenda, ovvero la scomparsa di Guerrina Piscaglia. Noi continueremo a seguire i principali fatti di cronaca, se desiderate rimanere aggiornati vi invitiamo a cliccare il tasto 'Segui' in alto a destra.