Intorno al caso di omicidio del piccolo Andrea Loris Stival, ultime notizie giungono dall'incidente probatorio disposto dal gip di Ragusa per l'analisi e la valutazione di quelle che sono considerate le prove più importanti raccolte dagli inquirenti: le immagini delle telecamere registrate a Santa Croce Camerina. L'avvocato difensore di Veronica Panarello, Francesco Villardita, ha dichiarato all'Ansa di essere soddisfatto del fatto che finalmente si potranno visionare tutte le immagini raccolte e non soltanto quelle estrapolate in vista della costruzione della tesi d'accusa.

Loris Stival, ultime news 12-03: si conclude l'incidente probatorio, la tesi dell'accusa resta la medesima

Sul caso di omicidio del piccolo Andrea Loris Stival, le ultime notizie giunte dall'incidente probatorio sembrano confermare quale sarà la linea dell'accusa.

A definirla è lo stesso avvocato Daniele Scofani, che ha rilasciato immediatamente alcune dichiarazioni riguardanti le parole del padre del bambino, il quale avrebbe riferito di aver visualizzato con attenzione le immagini e di non credere alla moglie. Andrea Stival è convinto che il bambino che si vede nelle immagini e che rientra nel portone della palazzina dove abitano è proprio il figlio Loris e resta fermo nella sua decisione di non voler incontrare la moglie Veronica Panarello e di non volerle concedere un incontro con l'altro figlio, passato completamente ed esclusivamente sotto la sua patria potestà. La strategia dell'accusa, comunque, è ben chiara: l'avvocato ha ribadito come per il momento non sia stata fatta nemmeno la valutazione di una nomina di un consulente di parte, dal momento che le immagini ricostruite dai periti sembrano assolutamente certe.

I migliori video del giorno

Loris Stival, ultime notizie 12-03: la strategia della difesa si gioca sugli orari

Ad intervenire sull'incidente probatorio, è anche l'avvocato difensore di Veronica Panarello che indica quale sarà la strategia che intenderà mettere in campo per la difesa della donna. Le ultime news sul caso di Loris Stival, tra l'altro, sembrano mostrare come, anche dall'autopsia, si possa spostare indietro le lancette della morte del bambino forse anche alle ore 8.30 quando la madre era in auto ad accompagnare l'altro figlio alla ludoteca. Questo elemento, per il momento, non è stato ancora raccolto in una precisa strategia, ma l'idea di Francesco Villardita, l'avvocato difensore, è di mettere in crisi l'impianto accusatorio proprio sugli orari. La possibilità di visionare tutte le immagini e non soltanto quelle ricavate dall'accusa potrà giocare a favore della difesa, nella misura in cui si conta di dimostrare tutte le incongruenze della ricostruzione.

Intanto, la sorella, Antonella Panarello, e il padre, Francesco Panarello, hanno avuto modo di incontrare Veronica e l'hanno trovata sicuramente smagrita e indebolita nel corpo, ma sempre più decisa a dimostrare la propria innocenza e a combattere per l'altro figlio, Diego, di cui ha perso la patria potestà.

È tutto con le ultime news sul caso di Loris Stival. Per ricevere novità e aggiornamenti sui casi di cronaca, il suggerimento è cliccare su "Segui" in alto sopra il titolo dell'articolo.