Due morti e morti feriti a causa del maltempo che sta flagellando tutta l'Italia, soprattutto al centro nord. Raffiche di vento oltre i 150 km orari, ma anche violenti nubifragi stanno creando danni e disagi. Tra le situazioni più critiche quelle di Lucca, Pistoia e a Urbino. Due i morti, entrambi colpiti mentre erano in strada. Drammatica la morte di un uomo di 42 anni, travolto da un masso che si è staccato dal vento mentre percorreva la strada provinciale Ludovica alla Garfagnana, all'altezza di Borgo Mozzano.

Pubblicità
Pubblicità

L'uomo, identificato come Sauro Tortelli, titolare di un centro benessere a Piazza al Serchio, questa mattina si stava dirigendo verso Lucca, ed è morto sul colpo. Il tettino della ford su cui i due erano in viaggio è stato completamente schiacciato. Lascia moglie e due figli piccoli. La donna che era accanto al conducente, Angiolina Tamagnini di 39 anni originaria di Castelnuovo, è rimasta miracolosamente illesa. Sempre stamane, alle 8, ma a Urbino, una donna è stata travolta da un albero che si è sradicato a causa del forte vento.

Rita Buccarini era appena scesa dall'auto dirigendo verso l'Ersu, dove la 48enne lavorava. Immediati i soccorsi che non hanno però potuto che decretare la morte sul colpo.

E' andata meglio in Campania, e più precisamente nel centralissimo quartiere di Chiaia, in via Croce Rossa, a Napoli, dove un muro di contenimento ha ceduto a seguito delle incessanti piogge. Fortunatamente non ci sono stati né morti né feriti. L'episodio è infatti accaduto all' 1.30, e le otto auto travolte dalla massa di terra erano vuote.

Pubblicità

Nel centro italia rimane forte l'allerta meteo. Violenti temporali e raffiche di vento fino a 150 km orari stanno mettendo in grave difficoltà la viabilità in Abruzzo, sull'adriatica e sulla A24, dove c'è stato un tamponamento a catena. Scuole chiuse ad Avezzano e a Montesilvano, in provincia di Pescara. Disagi registrati anche in Toscana, dove è stato necessario persino dirottare tutti i voli verso l'aeroporto fiorentino "Amerigo Vespucci". Nella notte invece due vigili del fuoco sono stati travolti da un palo della luce a Figline Valdarno.

Le loro condizioni non sono gravi.

In Umbria numerose sono state le segnalazioni ai vigili del fuoco. Data l'emergenza l'Anas ha deciso di chiudere il transito nell'A24 in entrambe le direzioni tra Città di Castello (Perugia) e San Sepolcro (Arezzo). Nel Lazio intere zone sono rimaste senza luce e senza telefono. A Rieti, e più precisamente a Cantalice, Poggio Bustone e a Rivodutri l'elettricità è stata ripristinata solo nel primo pomeriggio.

Pubblicità

Così come le linee telefoniche. Alcune zone erano rimaste isolate per via della caduta di alberi e intere linee della luce, che ostruivano la strada. A Roma violenti temporali hanno provocato allagamenti sulla Salaria, sulla Casilina, sull'Ardeatina e sulla Flaminia. Mentre a Fiumicino un albero è caduto su un auto in transito, senza però lasciare feriti.

Sempre al centro rimane alta l'allerta nelle Marche e più precisamente a Senigallia, dove il fiume Misa rimane sotto controllo perchè sopra il livello di guardia.

Pubblicità

Alle quattro del mattino gli abitanti del quartere porto, portici ercolani e Molino Mazzarana sono stati invitati a spostare le auto e a salire nei piani alti delle abitazioni.

Leggi tutto