Quest'oggi ha avuto inizio l'Expo 2015. All'inaugurazione a Milano, oltre a Papa Francesco, ha dato il benvenuto anche il presidente del consiglio, Matteo Renzi, queste le sue dichiarazioni.



Siam pronti alla vita - "L'Italia s'è desta, siam pronti alla vita. Sì, siam pronti alla vita e benvenuti. Benvenuti a chi in questi mesi vedrà una Milano particolare. Oggi primo maggio partiamo con il ringraziare tutte le lavoratrici e lavoratori, in barba a chi non ci credeva, possiamo dire che ce l'abbiamo fatta, grazie a voi. Non è ancora una scommessa vinta, dipende tutto da noi. Ringrazio Beppe Nerozzi, orgogliosi del lavoro che hai svolto. Oggi inizia l'Expo, oggi inizia il domani, inizia il domani di un Paese che ha un passato che fa venire i brividi, ma ha voglia di futuro e per godersi il futuro, bisogna abbracciare il mondo e non aver paura di quello che circonda.

Non è facile in questi anni abbracciare il mondo dopo che anni di disinteresse hanno ridotto ad un cimitero il Mediteranneo, quando i Balcani non sono ancora al centro del progetto d'Europa, quando persino il confine orientale dell'Europa soffre per la prima volta dopo la Guerra Fredda, ma soprattutto quando una minaccia globale come il Terrorismo mina il nostro voler stare insieme".



Ringraziamenti a Moratti e Napolitano -
Oggi possiamo portare in giro per il mondo quelli che sono i nostri valori, essere fieri di essere italiani. Bisogna essere consapevoli che siamo un grande Paese, abbiamo una grande forza e non dobbiamo piangerci addosso come dicono i signori professionisti del non ce la faremo mai. Questa è la nostra risposta ed è stato possibile grazie a questa città che saprà accogliere i turisti di tutto il mondo.

I migliori video del giorno

il tempo che stiamo vivendo è un tempo di grande opportunità, l'Italia forma il capitale umano. Ringrazio al sindaco di Milano Pisapia, ma vorrei ringraziare soprattutto Letizia Moratti che ha avuto questa intuizione ben dieci anni fa. La solidità istituzionale è stata garantita dallo sguardo deciso di Giorgio Napolitano, insieme tutti insieme a cominciare dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella al cui va Ti aspettiamo a Milano. Insieme a chi non ci credeva, insieme, proveremo a farcela e vincere questa scommessa. La politica deve dichiarare guerra alla povertà, abbiamo la possibilità concreta che serve non solo alle discussioni ma anche ai cuori degli italiani e di tutto il mondo. Expo sia esattamente quello lavorato in questi anni, sia uno sazio di libertà. La pagina di questo Paese, la più bella, la scriveremo tutti insieme. Il vertiginoso passato che abbiamo indietro, ci invita a costruire e non soltanto a ricordare. Venite a scoprire che sapore ha l'Italia di Expo. L'impresa più bella inizia oggi, benvenuti all'Expo". Vuoi rimanere sempre aggiornato sui temi dell'Expo 2015? Clicca sul pulsante Segui, poco più in alto del titolo.