Mancano pochissime ore all'ormai atteso evento internazionale che avrà inizio domani 1° Maggio a Milano, mi riferisco all'Expo 2015, un evento importante per tutto il paese e per il resto del mondo, un'occasione per mostrare il nostro paese tra pregi e difetti. Una città Milano, che dopo l'evento straziante avvenuto il giorno 9 Aprile, ricordiamo l'assurda strage svoltasi nel tribunale, da domani e fino ad Ottobre, avrà la possibilità di risollevarsi donando uno sguardo diverso all'Italia.

Blitz e manifestazioni alla vigilia - Ma eccoci puntuali alle occasioni di guerriglie e polemiche da parte di studenti e fanatici che a modo loro intendono ribellarsi all'Expo, non tanto per delle ragioni sane, ma per l'insano gusto di promuovere violenza.

Eh gia perchè certamente distruggere monumenti, sporcare muri e pannelli ed infine manifestare con violenza, certamente non sono gli strumenti adeguati per dare il proprio dissenso, soprattutto se consideriamo che l'Expo è una manifestazione che ha coinvolto tantissima gente onesta che ha sudato per portare al termine un lavoro. Il blitz dei carabinieri al centro sociale la Mandragola, ha consentito di scovare un borsone che conteneva mazze di ferro e altro materiale volto ad offendere e a provocare disagi, a tal proposito sono stati fermati alcuni militanti spagnoli.

La manifestazione di protesta - Sempre nelle scorse ore si è svolta una manifestazione i cui manifestanti tra anarchici black-block e studenti, hanno sfilato per le vie del centro sollevando un'azione anche contro l'agenzia di lavoro temporaneo manpower, la polizia infiltrata tra i manifestanti ha cercato di tenere sotto controllo la situazione, rimanendo pronta ad interventi con manganellate laddove fosse necessario, infine non sono mancati manifestanti che hanno tracciato scritte con spray rosso davanti al Duomo e alla sede centrale dell' Unicredit.

I migliori video del giorno

Insomma una giornata di alta tensione, quella di oggi 30 aprile 2015, in vista della giornata di apertura per questo grande evento, speriamo che non si registrino episodi di eccessiva violenza e auguriamoci che questi mesi possano portare buoni risultati per il nostro paese.