Continua a mietere vittime la strada statale 106, denominata strada della morte, sita nella regione Calabria. Una strada che non perdona e che lascia innumerevoli scie di sangue. La statale 106, nella giornata del 20 luglio, in prossimità del territorio crotonese, ha spezzato la vita a tre persone, un ferito e un'altra è rimasta sospesa tra la vita e la morte. Le condizioni di quest'ultima persona non sarebbero delle migliori.Vediamo però cosa è accaduto secondo le prime ricostruzioni del fatto.

Scontro tra una Doblò e un camion

Stando a quanto riporta il portale online quicosenza.it, il drammatico incidente sarebbe avvenuto tra una Fiat Doblò ed un mezzo pesante, il cui scontro è stato fatale.

L'incidente tra la Doblò e il mezzo pesante sarebbe stato frontale e l'impatto sarebbe stato tanto violento che il tir sarebbe uscito fuori strada per poi fermarsi nella cunetta e prendere fuoco. Ad aver perso la vita sarebbero stati due uomini e una donna che, insieme al ferito viaggiavano nella Fiat. Meno gravi sarebbero le condizioni del conducente del mezzo pesante, anche se ferito. Il dramma sarebbe avvenuto all'altezza di Crotone, esattamente nella località Bucchi prima del grande rettilineo in prossimità del fiume Neto.

Immediato e repentino sarebbe stato l'intervento della polizia stradale che avrebbe iniziato a ricostruire la dinamica dell'accaduto. Sul posto sarebbero accorsi prontamente anche i vigili del fuoco per spegnere le fiamme divampate e i sanitari del 118 per salvare la vita al ferito e per accertare le condizioni dei tre defunti.

I migliori video del giorno

Strada chiusa

A causa della tragedia, per motivi di sicurezza e per continuare a ricostruire l'accaduto, gli agenti avrebbero ritenuto opportuno chiudere la strada e deviare il traffico tutto sulla statale 107 nei pressi del bivio di Rocca di Neto.

Ovviamente, a breve potrebbero arrivare nuovi aggiornamenti sull'incidente che potrebbero dare maggiori dettagli e delucidazioni sul grande dramma. Nell'attesa di ulteriori accertamenti e di nuove ricostruzioni sull'accaduto, vi invitiamo a cliccare sul tasto Segui in alto per non perdere le nostre news.