Annuncio
Annuncio
E' atteso tra questa sera e domani mattina il responso della Corte di Cassazione presieduta da Maria Cristina Siotto che dovrà esprimersi riguardo al ricorso presentato da Claudio Salvagni in merito alla richiesta di scarcerazione del proprio assistito, Giuseppe Massimo Bossetti, imputato nell'omicidio Gambirasio. Le ultime news sull'omicidio di Yara Gambirasio aggiornate ad oggi 7 luglio si rifanno dunque alla decisione che dovrà prendere la Cassazione: questa mattina in camera di Consiglio ha parlato il pg di Cassazione, Giuseppe Corasaniti, che ha esortato la Suprema Corte a confermare lo stato detentivo perché a suo parere sussisterebbe 'il rischio di reiterazione del reato'. Tra dieci giorni intanto riprenderà il processo: tanti i temi da dover affrontare, a cominciare dal possibile ingresso delle telecamere in Aula.

Novità e ultime news omicidio Yara Gambirasio oggi 7 luglio: Bossetti potrebbe uscire dal carcere, a decidere sarà la Cassazione

Fu l'avvocato Salvagni, il legale di Bossetti, a decidere di presentare ricorso in Cassazione dopo il diniego alla richiesta di scarcerazione opposto dal Tribunale del Riesame di Brescia: non è certo la prima volta che i legali del 44enne muratore di Mapello tentano la carta dei domiciliari, ma sin qui ogni tentativo è andato a vuoto. Le ultime news sull'omicidio di Yara Gambirasio aggiornate ad oggi 7 luglio si rifanno dunque alla possibile scarcerazione di Massimo Bossetti (anche se le possibilità di un si della Cassazione paiono ridotte ad un lumicino) ma ruotano anche attorno alla ripresa del processo Gambirasio prevista per giorno 17 luglio. L'imputato si dice più sereno ma i presupposti per lui non paiono dei più rosei: Salvagni ha chiesto l'annullamento della prova del DNA perché il prelievo fu effettuato in modo non regolare, ma il pm Ruggeri ha già precisato che nel proprio faldone sono già contenute argomentazioni sufficienti a rigettare la richiesta. Spetterà ad ogni modo ai giudici decidere: altro nodo da sciogliere la presenza delle telecamere in Aula, con Bossetti che continua a spingere perché ogni istante di quello che lui ritiene un processo ingiusto venga ripreso. La cosa si carica di significati evidentemente delicati: sono già stati scritti fiumi d'inchiostro sulla spettacolarizzazione del caso Gambirasio, ecco che la decisione in mano ai giudici è di quelle da non sottovalutare. Noi giriamo il quesito a Voi: sarebbe opportuno far entrare le macchine da presa nell'Aula di Giustizia di Bergamo o lo ritenete fuori luogo? Dateci un parere commentando il pezzo qui sotto.