Due persone, un uomo e una donna, sono stateuccise in un centro commerciale Ikea di Vasteras, cento chilometri a nord di Stoccolma, uno dei più grandi centri commerciali della Svezia. Nella colluttazione, avvenuta alle ore 13 (ore italiane) nelle vicinanze reparto casalinghi, è stata ferito anche un uomo di 35 anni, le cui generalità non sono state diffuse. L'uomo, fuori pericolo, è stato soccorso immediatamente ed è stato trasferito nel vicino ospedale, dove è stato sottoposto ad un intervento chirurgico, necessario per tamponare le emorragie delle ferite da taglio. Le condizioni rimangono critiche.

Movente sconosciuto

“I tre sembravano essere tre clienti comuni” ha dichiarato il direttore del centro commerciale Erikslund shopping centre Mattias Johansson ad un quotidiano locale. La Polizia sta indagando sul quale sia il movente del gesto, ma sembrerebbe da escludere che si sia trattato di un gesto di matrice terroristica. Le indagini si starebbero indirizzando verso un gesto isolato.Martina Smedberg, portavoce diIkea, ha riferito che l'attacco è stato un fulmine a ciel sereno, avvenuto "senza nessun tipo preavviso esenza un possibile movente. Escluso un attacco contro Ikea: "Non siamo a conoscenza di minacce" ha concluso.

Il killer arrestato in una pensilina fuori dal centro commerciale

L'uomo, approfittando del caos è riuscito a scappare, ma la fuga è stata breve. Il suo arresto, tempestivo, è stato ripreso da unpassante, a pochi metri dal perimetro del centro commerciale, inuna pensilina degli autobus pubblici. Erano passati pochi minuti dal triplice accoltellamento. Nonostante l'arresto l'edificio è stato immediatamente chiuso e transennatodalle forze dell'ordine, che hanno potuto così ricostruire la scena del crimine.

Nel frattempo, durante una breve conferenza stampa nel piazzale difronte, il direttore Matthias Johansson, visibilmente provato dal tragico evento, ha confessato di non sapere quali possano essere le cause dell'omicidio, aggiungendo che quello di oggi è “il giorno peggiore della sua vita”, anche se non ha nascosto sollievo perchè “nessun suo dipendente così come nessun altro visitatore sia rimasto ferito”.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto