La Regina Elisabetta II diventa, oggi, la sovrana britannica che ha regnato più a lungo nella storia d’Inghilterra, superando la durata del regno della sua antenata, l’Imperatrice Vittoria, rimasta sul trono per 63 anni. È ufficiale, quindi, e anche Kensington Palace festeggia su Twitter la data storica, 9 settembre 2015. Quella che rappresenta un traguardo fondamentale (e unico fino ad ora) per il Regno Unito.

La Regina di tutti

Protagonista lei, la regina che più di tutti (probabilmente) ha rappresentato un modello di vita, al servizio del pubblico. In un recente tweet, il duca di WIndsor dichiara: “Today we are marking an inspiring milestone in The Queen’s service to the UK and Commonwealth” (Oggi, segniamo una pietra miliare nel regno della Regina a servizio del Regno Unito e del Commonwealth).

Un giorno fondamentale per il Regno Unito, dunque, che il 2 giugno 1953 ha visto salire al trono una donna sopravvissuta alla Grande Guerra, che è riuscita a riconquistarsi l’affetto dei suoi sudditi dopo la morte di Lady Diana. Una regina che ha saputo gestire anni di scandali di corte ed è diventata Capo del Commonwealth e comandante delle forze armate, diventando regina di 7 stati indipendenti (Regno Unito, Canada, Australia, Nuova Zelanda, Sudafrica, Pakistan e Sri Lanka).

Sebbene oggi sia un giorno degno di festeggiamenti, la Regina ha voluto espressamente rispettare i suoi antenati, soprattutto la regina Vittoria, vietando cerimonie ufficiali.

Quali sono stati i poteri per la quale Sua Maestà Elisabetta è riuscita a mantenere il ruolo per ben 64 anni? La Regina ha sempre evitato di prendere posizioni nelle faccende politiche; anzi ha sempre agito “dietro le quinte”.

I migliori video del giorno

L’unica volta che è stata vista spingersi pubblicamente è stata per difendere l’integrità politica e territoriale della Gran Bretagna. Tutti questi poteri hanno fatto sì che, oggi, la Regina Elisabetta II sia diventata il simbolo del Regno Unito. Governato per ben 64 lunghi e frenetici anni.

Se vuoi rimanere aggiornato su questo ed altri argomenti, clicca sul tasto Segui vicino al nome ad inizio articolo.