La carne rossa è davvero cancerogena? Da quando l'OMS ha affermato che questo alimento può essere nocivo per la Salute, moltissime organizzazioni hanno tentato di smentire quanto detto. Alcuni gruppi continuano tutt'ora a prediligere la bistecca come il genere alimentare a cui è difficile rinunciare. Secondo questi, al momento, consumare carne si può, ma con moderazione. È per questo motivo che il ministro Beatrice Lorenzin ha chiesto al Comitato nazionale per la sicurezza alimentare (CNSA) di spiegare se, effettivamente, ciò che ha affermato l'OMS è vero oppure no.

Il CNSA sostiene in parte ciò che l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha affermato; tuttavia, se ne discosta aggiungendo che la cancerogenità della carne è data dalla sua consumazione.

Perchè scegliere la carne rossa

Si può scegliere di mangiare la carne rossa, purché con moderazione e con un'adeguata cottura. Ad esempio può essere cotta in tanti modi. Occorre però consumarla evitando condimenti grassi come fritture e grigliate.

Grazie alla precisazione del CNSA si può affermare che la bistecca non è dannosa per chi la consuma, ma può essere cancerogena a seconda di come essa viene preparata.

Dopo lo shoccante allarme lanciato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, molti supermercati hanno registrato il calo degli acquisti relativi a questo tipo di prodotti. Molta gente, infatti, si è spaventata. Così alla carne rossa, la scelta è prevalsa sul pesce o sulla carne bianca.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute

Per illuminare i consumatori sulla reale considerazione della pericolosità del prodotto, gli esperti hanno impiegato circa 3 mesi di analisi. Durante questo arco di tempo, il Comitato per la sicurezza alimentare ha sostenuto che l'insorgenza dei tumori può essere derivante da più fattori, ad esempio dall'individuo, dall'ambiente in cui egli vive e dalle abitudini alimentari che esso tende ad assumere quotidianamente.

"La cancerogenità - spiega - è data dalla preparazione di un alimento, dalla sua cottura e trasformazione".

Secondo gli esperti, quindi, la carne rossa di per sè non fa male, ma bisogna  fare attenzione a come essa viene lavorata. È bene mangiare carne rossa, limitando il consumo delle proteine animali e, soprattutto dei grassi, nocivi per la salute. Allo stesso modo, è bene scegliere alimenti naturali, freschi e salutari che contengano sali minerali necessari per l'organismo.

Se vuoi rimanere aggiornato su questo ed altri argomenti, clicca sul tasto "Segui" vicino al nome ad inizio articolo, e condividi o commenta la news sui vari social network.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto