Versailles (Francia) – Il Presidente della Repubblica Francese ha riunito oggi le due Camere del Parlamento Francese in una seduta comune. Azione necessaria considerato lo stato di emergenza e tensione politica creatasi a seguito degli attentati perpetrati durante la strage di Parigi . Durante il discorso pronunciato al Parlamento riunitosi in seduta comune il Presidente Francese François Hollande ha annunciato ufficialmente: “La Francia è in guerra”. Dopo l'annuncio ufficiale, il Presidente Hollande ha poi delineato quale sarà la strategia che permetterà di abbattere il terrorismo e l’Isis. Una parte importante riguarda l’aumento e l’intensificazione dello sforzo bellico da parte della Francia sul territorio stesso dell’Isis, comprendendo la presenza dei raid aerei, nonché l’invio della portaerei “Charles De Gaulle” che presenzierà in maniera importante nel Mediterraneo Orientale.

 

Alleanza con Obama e Putin, aiuti anche dai Paesi membri dell’Unione Europea

Il Presidente François Hollande, inoltre, ha detto alle due Camere del Parlamento Francese che vedrà sia il Presidente degli Stati Uniti d’America Barack Obama, che il Presidente della Russia Vladimir Putin. L’intenzione del Presidente François Hollande è quella di cercare un aiuto concreto in due superpotenze belliche come Stati Uniti e Russia, un supporto che già si è dimostrato utile per quanto riguarda il bombardamento perpetrato lunedì 16 novembre 2015 nella roccaforte dell’ISIS, Raqqa. Il Presidente Francese, inoltre, ha annunciato che chiederà il supporto degli altri Paesi membri dell’Unione Europea, come è previsto nell’articolo 42 del Trattato che prevede le suddette possibilità. Il Parlamento ha espresso tutto il proprio appoggio al Presidente Hollande, prorompendo in un lunghissimo applauso al termine del suo discorso.

I migliori video del giorno

Infine la seduta si è conclusa con l'intonazione da parte del Parlamento intero della "Marsigliese", l'inno nazionale della Francia. Si attendono ultetriori aggiornamenti dal Governo francese.