Tiene ancora banco il mistero di Ylenia Carrisi, figlia, come noto, di una delle coppie più celebri della musica leggera italiana: Al Bano Carrisi e Romina Power. Il loro sodalizio professionale, così come il matrimonio, andò in frantumi anche a causa della tragedia che li colpì, per poi ritrovarsi da qualche anno con tanto di concerti all'estero e un'ospitata nell'ultima edizione di Sanremo. Ylenia è scomparsa circa ventidue anni fa negli Stati Uniti e il sospetto principale, purtroppo, è che sia morta. Altre piste, più ottimiste, vorrebbero invece che la giovane abbia voluto cambiare radicalmente vita; facendo, pertanto, perdere volutamente le proprie tracce.

Ma il caso potrebbe finalmente essere a una svolta. In questi giorni è stato prelevato il Dna di Al Bano e Romina per volere della Polizia internazionale, giacché ipotizza che un cadavere ritrovato potrebbe essere proprio il suo. Vediamo i particolari.

Le confessioni di un camionista

Ylenia potrebbe infatti essere stata uccisa da un camionista, il quale, circa diciannove anni fa, confessò l'omicidio dopo averle dato un passaggio. Il suo nome è Keith Hunter Jesperson, arrestato nel 1996. La denuncia di scomparsa della giovane è invece avvenuta il quindici settembre del 1994. Nove mesi dopo fu ritrovato il cadavere di una ragazza a Palm Beach, in Florida. L'Interpol vuole dunque riprendere questa pista, confrontando i campioni di Dna della coppia che ha scritto pagine importanti della musica italiana con quelli della giovane ritrovata meno di un anno dopo dalla sua scomparsa.

I migliori video del giorno

Del resto due sono le coincidenze che danno credito a questa pista: il fatto che il camionista disse che la ragazza si faceva chiamare Susanne (proprio come realmente Ylenia si faceva chiamare quel periodo) e che il viso della ragazza ritrovata fosse molto simile al suo. Vedremo se sarà posta la parola fine a una vicenda lunga oltre vent'anni e sicuramente estenuante per Al Bano e Romina. I quali in tutti questi anni non hanno mai perso la speranza, e hanno continuato a raccontarla anche sottoforma di canzone. Sebbene lo scorso anno ne sia stata richiesta la morte presunta, soprattutto per un atto burocratico. Vi terremo comunque aggiornati in caso di eventuali sviluppi.