Per Veronica Panarello, la giovane mamma accusata di aver ucciso poco più di un anno fa il piccolo Loris Stival, si avvicina una data importante. Il prossimo 21 dicembre, infatti, si svolgerà la nuova udienza. Inizialmente fissata al 14 dicembre, la seduta è stata poi rinviata ed avrà una particolare importanza poiché in tale data il giudice conferirà ufficialmente l’incarico ai due medici di compiere la perizia psichiatrica nei riguardi di Veronica. Il fine sarà, dunque, quello di stabilire se nel giorno del delitto di Loris Stival la donna fosse o meno in grado di intendere e di volere.

Pubblicità

In attesa dell’udienza, quali sono le news sul giallo di Santa Croce Camerina e quali sono gli aggiornamenti sull’attuale condizione di salute dell’unica indagata per l’omicidio del primogenito Loris?

Caso Loris Stival: le news sulle condizioni attuali di Veronica

Le ultime news sul caso di Loris Stival, rese note dal settimanale ‘Giallo’, fanno riferimento all’attuale situazione di Veronica Panarello, la madre 26enne che secondo l’accusa avrebbe ucciso ed occultato il corpo del figlio di otto anni.

Dopo aver trascorso in carcere ad Agrigento quasi un anno, la donna è stata trasferita in un ospedale psichiatrico giudiziario a Barcellona Pozzo di Gotto (ME), dove dovrebbe restare per alcune settimane. Le cause di questo trasferimento sarebbero da imputare ad uno stato di disagio psicologico della Panarello, ma non avrebbe nulla a che vedere con la richiesta della difesa di sottoporre Veronica a perizia psichiatrica.

Nel corso dell’udienza del 21 dicembre, i due psichiatri nominati, dopo gli opportuni accertamenti, saranno chiamati a consegnare i risultati della loro perizia nell’udienza seguente, la cui data al momento non è ancora nota.

Pubblicità

In merito agli esiti della perizia psichiatrica ed alle conseguenze che questa potrebbe avere su Veronica Panarello, è intervenuto sul settimanale ‘Giallo’ l’avvocato Daniele Bocciolini, il quale ha spiegato chiaramente cosa accadrà nel corso della prossima udienza. In base alle sue parole, la capacità di intendere e di volere della presunta assassina di Loris Stival non potrà dipendere da piccole anomalie comportamentali o da una depressione.

Veronica Panarello: ecco perché rischierebbe l’ergastolo

L’avvocato Daniele Bocciolini ha svelato, su 'Giallo', quali potrebbero essere le tre opzioni in seguito all’esito della perizia psichiatrica alla quale si sottoporrà la giovane madre di Loris Stival.

In caso di accertato disturbo della personalità, che potrebbe attenuare le sue capacità di intendere e volere tale da far parlare di ‘semi infermità mentale’, Veronica potrà godere di una riduzione ulteriore della pena, oltre a quella già prevista in seguito al rito abbreviato. Se il disturbo sarà talmente grave da escludere totalmente le sue facoltà, Veronica potrebbe addirittura evitare il carcere. Il rischio di ergastolo continua invece a persistere nel caso in cui la Panarello venisse definita capace di intendere e di volere.

Pubblicità

Contro Veronica, ricordiamolo, sussisterebbero gravissimi indizi di colpevolezza circa l’omicidio di Loris Stival. In vista dei prossimi risvolti sul caso o per le news su altri fatti di cronaca nera, vi invitiamo a cliccare su ‘Segui’ sopra il titolo dell’articolo.