Il giallo sull'omicidio del giovane Marco Vannini, prosegue con non pochi retroscena. A porre l'accento su una delle più cupe vicende di Cronaca Nera degli ultimi tempi, dai contorni inquietanti e che vede iscritte nel registro degli indagati ben cinque persone, è la trasmissione 'Chi l'ha visto'. Nella puntata del 23 dicembre promette di svelare nuovi documenti inediti relativi all'omicidio del bagnino ventenne, avvenuto lo scorso 17 maggio nell'abitazione della fidanzata Martina. Quest'ultima continua ad essere al centro del giallo per le sue dichiarazioni shock: oltre a quelle intercettate a poche ore dalla morte di Marco Vannini, sono state rese note altre sue parole raccapriccianti.

Caso Marco Vannini: le dichiarazioni della fidanzata a poche ore dall’omicidio

A distanza di oltre sette mesi dalla tragica ed ancora poco chiara morte di Marco Vannini, avvenuta nella villetta dei Ciontoli, la famiglia della fidanzata Martina, emergono giorno dopo giorno alcuni aspetti raccapriccianti che gettano nuove ombre sulla vicenda. Tanti gli interrogativi che poco alla volta stanno trovando risposte nelle intercettazioni audio e video raccolte dagli investigatori e trasmesse dalla trasmissione 'Chi l'ha visto'. Nella passata puntata, è stata trasmessa la tragica chiamata al 118 ad opera di Antonio Ciontoli, dopo la precedente annullata. Nel corso della chiamata, il padre della fidanzata di Marco Vannini minimizza sull'accaduto. Nessun accenno allo sparo, mentre in sottofondo la voce di Marco spiazza con un'inspiegabile affermazione: "Scusa Marty, scusa".

I migliori video del giorno

Secondo l'accusa, Martina Ciontoli insieme all'intera famiglia ed a Viola era presente nella villetta la sera del delitto. Il suo coinvolgimento è definito certo anche dalla presenza di polvere da sparo riscontrata su scarpe e mucose. Ma chi è veramente Martina?

A fornire un quadro della ragazza, studentessa di infermieristica, è la madre di Marco Vannini, Marina Conte, la quale ha descritto la fidanzata del figlio come una persona 'morbosa', gelosissima, possessiva. 'Tiscali.it' riporta un volto inedito della ragazza, dal quale emergerebbe appena il grande dolore per la perdita del fidanzato: a distanza di pochi giorni dal funerale di Marco Vannini, Martina aveva fatto parlare di sé per alcuni selfie più che discutibili pubblicati su Facebook in cui appariva spensierata e felice. Erano bastate alcune critiche a portare la ragazza ad eliminare le sue immagini dal social, nelle quali si faceva immortalare in un party con le amiche. Di recente, in seguito alla messa in onda delle intercettazioni audio-video durante 'Chi l'ha visto', l'attenzione si è concentrata sulle parole shock di Martina.

Sono passate solo poche ore dalla morte di Marco Vannini, ma la preoccupazione più grande della ragazza resta il destino del padre Antonio Ciontoli. In secondo posto, il suo improrogabile impegno universitario, quell'esame al quale lei proprio non vuole rinunciare e che la vedrà protagonista due giorni dopo. Anche in quell'occasione sono emerse nuove dichiarazioni shock della giovane Ciontoli. Al voto del professore per l'esame sostenuto, Martina ha avuto da ridire contestando il 'venticinque' assegnatole: "Su, mi metta ventotto, sa, non ho potuto prepararmi come avrei voluto. Non li legge i giornali? Sono quella a cui è morto il fidanzato". Per saperne di più sul giallo di Marco Vannini o per gli aggiornamenti su altri casi di cronaca nera, vi invitiamo a cliccare su ‘Segui’ sopra il titolo della news.