Annuncio
Annuncio

Dopo aver minacciato di darsi fuoco per proteggere la sua villa dal pignoramento nel salotto di Barbara D'Urso di "Domenica Live", Rita Bonaccorso, ex moglie del noto calciatore Totò Schillaci, è passata ai fatti, arrivando a inveire contro le forze dell'ordine che stavano tentando di pignorare l'appartamento la scorsa notte.

Una tragedia annunciata

Rita Bonaccorso ha tentato il suicidio: non intendendo cedere l'appartamento, dove sono nati e cresciuti anche i suoi figli, l'ex di Schillaci ha cercando di darsi fuoco con la villa, accendendo il gas.

Pronto l'intervento dei vigili del fuoco e degli altri militari, intervenuti nel frattempo sul posto a seguito delle insistenze della donna.

L'episodio non è l'unico da parte della signora Bonaccorso.

Advertisement

Dopo una lunga e intricata matassa giudiziaria relativa a dei debiti che, secondo chi la accusa, la Bonaccorso avrebbe contratto senza pagare sempre in merito alla villa, il tribunale aveva predisposto il pignoramento del bene, per consentire di avviare le procedure di rimborso con i creditori. La donna si è sempre dichiarata estranea a ogni fatto contestato e persino l'ex marito aveva deciso di testimoniare in suo favore, ma purtroppo questo non è bastato per convincere il giudice a darle ragione.

Rita però ha deciso di non restare in silenzio e ha annunciato in tutti i modi la sua volontà di suicidarsi se non fossero state ascoltate le sue richieste. Recente l'episodio dove la donna, di fronte all'ufficiale giudiziario, si era rifugiata sul tetto della villa, minacciando di incendiarsi.

Advertisement
I migliori video del giorno

L'annuncio su Facebook

L'annuncio era stato dato anche sui social network, dove la Bonaccorso aveva dichiarato di non voler restare da sola e di aver bisogno di aiuto. Fortunatamente, il tentativo di suicidio non è andato a buon fine e ora la donna è ricoverata in ospedale, dove si provvederà a verificare la gravità delle sue condizioni.

La solidarietà sui social network

La solidarietà sui social network, in particolare sul profilo della Bonaccorso, è subito scattata, mentre si cercano notizie sulle condizioni di salute della donna. C'è chi ritiene che questo sia l'ennesimo caso di "malagiustizia" e chi si rivolge allo Stato e al Governo, che non tutelerebbe la signora Bonaccorso e chi si trova nella sua situazione.