L'Huffington Post riferisce della "proposta shock" propagandata dal terapeuta saudita Khaled Al-Saquaby per "educare" in modo "coretto" le mogli.

Al-Saquaby ha girato un video in cui seduto in un bosco spiega i comportamenti "coretti" che i mariti devono avere verso le mogli, che vanno dal parlare con loro al voltargli le spalle nel letto ed infine picchiarle in modo "moderato", possibilmente con un fazzoletto e/o un ramoscello per fargli capire che hanno sbagliato, in tal modo rifiutando metodi più duri e brutali come le bastonate, l'abuso fisico, se non il vero e proprio femminicidio.

Pubblicità
Pubblicità

L'estremo maschilismo saudita e i silenzi degli "alleati" USA, compresa la "femminista" Hillary Clinton

L'Arabia Saudita è uno degli stati più maschilisti e oscurantisti del mondo, ma nonostante questo intrattiene rapporti privilegiati con gli Stati Uniti D'America, il paese che più di ogni altro incarna l'archetipo della democrazia moderna.

Il fatto è che gli USA hanno tollerato per anni e anni le continue repressioni dei diritti umani e civili praticate nella teocrazia saudita per mere questioni di natura economica e geopolitica, ma con le recenti scelte di politica estera dell'amministrazione Obama le cose stanno cambiando e i rapporti tra i due paesi si stanno facendo sempre più precari.

Pubblicità

Detto questo, rimane molto interessante il fatto che quella che dovrebbe essere o è considerata come la più "agguerrita" candidata "femminista" degli States, Hillary Clinton, sia stata sino a non molto tempo fa in ottimi rapporti nonché finanziata dal regime saudita, e solo in occasione della sua campagna elettorale di quest'anno ha rivolto critiche verso gli abusi teocrazia, ciò anche per via del fatto che l'alleato saudita ormai è del tutto ingombrante per gli Sates.

Il wahabismo, l'interpretazione estremista dell'Islam saudita

L'Arabia Saudita è un regime che si rifà teologicamente al wahabismo, il quale consiste in un'interpretazione estremista dei precetti del Corano e dell'Islam in quanto tale.

I nemici maggiori per il wahabismo saudita, corrente seguita anche dall'Isis e da Al Qaeda, sono gli "eretici" islamici sciiti e in generale non aderenti all'islamismo estremista così come gli "infedeli", tra cui ovviamente spiccano gli individui e i popoli d'Occidente e d'Europa, Europa che d'altro canto sta venendo "colonizzata economicamente" dalla stessa Arabia e da altre monarchie del Golfo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto