Madre Teresa di Calcutta è stata proclamata santa durante una cerimonia ieri a piazza San Pietro di Roma. Erano presenti più di 120mila fedeli. Papa Francesco, che ha ufficiato la messa, ha detto: “Madre Teresa ha messo i potenti davanti ai loro crimini. La sua santità è talmente vicina a noi che forse avremo difficoltà a chiamarla santa e continueremo a chiamarla Madre”.

Nonostante la santa è una delle figure cattoliche più ammirata e rispettata al mondo, ha anche lei “un lato oscuro”. L’Huffington Post, in occasione della canonizzazione a Roma, ha pubblicato un articolo dove sostiene che “né in Occidente né in India si vuole sentire perché nessuno vuole sapere che l’icona di compassione, premio Nobel per la Pace, era una fanatica religiosa amica di regimi dittatoriale, ricchi e corrotti”.

Aroup Chatterjee, medico di Calcutta, autore del libro “Mother Teresa The Final Veredict” ha ricordato che la religiosa era amica del tirano di Haiti, Jean-Claude Duvalier e del regime di Enver Hoxha in Albania.

Pubblicità
Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto