madre teresa di Calcutta è divenuta santa tramite cerimonia ufficiale il 4 settembre, ma era comunque già santificata dall'opinione pubblica e dai fedeli di tutto il mondo, sia per la sua personalità dolce e sempre al servizio dei bisognosi, sia per il grande impegno che ha messo in tutto quello che faceva. Un nome quello della suora missionaria che viene associato sempre a qualcosa di estremamente celestiale. Il detto che si usa nel nostro paese 'Io non sono mica Madre Teresa di Calcutta!', la dice lunga su quanto la gente abbia sempre considerato immenso il lavoro di umiltà e di altruismo, che l'ha resa santa quando era ancora in vita. In ogni caso c'è chi invece vuole mettere in evidenza un lato sconosciuto e meno celestiale di Madre Teresa di Calcutta: è l'Huffington Post, che in un articolo fiume spiega quali punti non quadrano riguardo al suo operato di una vita.

Madre Teresa di Calcutta reazionaria e seguace del proselitismo

La posizione che la suora missionaria aveva riguardo all'aborto e che non ha mai nascosto all'opinione pubblica, ha portato in passato diversi giornali ad accusarla di idee reazionarie; anche perché Madre Teresa mostrava di essere in controtendenza anche sul divorzio e sulla contraccezione. Addirittura Christopher Hitchens, un saggista anglo-americano, definì la suora ultrareazionaria e fondamentalista. Un'accusa seguita ad una frase pronunciata da Madre Teresa che diceva: 'Come possiamo dire ai popoli di non uccidersi tra di loro, se accettiamo che una madre uccida suo figlio?' Secondo il saggista la suora era in ritardo con i tempi che stavano cambiando e con la chiesa stessa, che mostrava già alcune importanti aperture.

I migliori video del giorno

Secondo alcune testimonianze provenienti dalle zone in cui la suora prestava la sua opera misericordiosa, uno degli obiettivi che stava alla base dell'aiuto portato era la conversione religiosa. 'Madre Teresa era definita Santa tra i poveri, ma in nome del servizio reso sono state effettuate delle conversioni religiose', questo il messaggio abbastanza comune che arriva dalle persone che prestavano servizio vicino a lei.

Poche cure e dubbi sui finanziamenti

Un altro aspetto sotto accusa è quello dell'assistenza medica. Un ex-volontaria che prestava servizio vicino alla suora missionaria ha dichiarato che 'Lì, da Madre Teresa, la sofferenza vieniva glorificata, non guarita': infatti stando a diverse testimonianze i bisognosi ricevevano vicinanza spirituale ma poche cure mediche vere e proprie, tanto che vi erano malati di cancro curati con l'aspirina. Inoltre uno studio sull'opera di Madre Teresa di Calcutta si è domandato dove fossero finiti tutti i milioni di finanziamento per le sue missioni in terra straniera, visto che lei ha sempre mostrato una politica parsimoniosa e poco dispendiosa.

Quindi in quali conti e di chi, sono finiti i soldi? In ogni caso tutto fa parte anche della solita demagogia e magari qualche fondamento ci sarà, ma resta indubbia la grande opera e il grande impegno di Madre Teresa diventata Santa con il sostegno di milioni persone in tutto il mondo. Madre Teresa di Calcutta resta un simbolo di grande forza d'animo, umiltà e bontà, che difficilmente saranno scalfite da accuse al momento prive di validi fondamenti.