Il presidente del Consiglio Matteo Renzi si è recato oggi nel capoluogo campano per siglare, presso la Prefettura, il “Patto per Napoli”, accordo che prevede lo stanziamento di 308 milioni di euro per la realizzazione di opere pubbliche in città. Una tregua tra governo e amministrazione comunale nella polemica, risalente allo scorso agosto, che si era accesa a seguito del commissariamento dell’ex Italsider di Bagnoli.

Commissariamento deciso, appunto, da Matteo Renzi e riguardo al quale Luigide Magistrisaveva dichiarato l’illegalità dei poteri della struttura commissariale, che estromettevano sindaco e Consiglio Comunale dalle scelte urbanistiche.

La ripresa della collaborazione istituzionale viene oggi emblematicamente suggellata con la sigla dell’accordo con il quale il governo destina alla città fondi per la realizzazione e la riqualificazione di opere nella stessa.

I dettagli del Patto di Napoli

Nel dettaglio, il “Patto di Napoli” prevede quindici interventi principali riguardanti infrastrutture, ambiente, sviluppo economico, welafare, valorizzazione culturale e rafforzamento della pubblica amministrazione. Al settore dei trasporti, che il sindaco De Magistris ha definito “la vera emergenza della città”, è destinato quasi la metà dello stanziamento totale, per una cifra di 180 milioni di di euro.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Matteo Renzi

Dalla costruzione di una seconda uscita della stazione Materdei, all’acquisto di altri due elettrotreni che diverranno così dodici; si passa anche per il completamento di alcune tratte della linea della metropolitana (Mergellina-Municipio e Capodichino-Di Vittorio) alla realizzazione di una linea tramviaria nella zona ovest del capoluogo; ma non mancheranno interventi riguardanti anche il trasporto pubblico su gomma, “una sofferenza importante della città”, secondo le parole del sindaco.

Tra le altre azioni previste nel documento, che interesseranno sia il centro che la periferia di Napoli, è previsto l’abbattimento delle Vele.

E, ancora, la riqualificazione delle scale di Napoli, ovvero quelle di Pedamentina, Monte Santo, Petraio. Ingenti fondi sono stanziati anche per la messa in sicurezza delle scuole (comprese quelle nelle zone della ex provincia), per l’edilizia pubblica e privata.

Le dichiarazioni del Presidente del Consiglio e del Sindaco

“Con il sindaco de Magistris abbiamo molte idee diverse dal punto di vista politico, ma dal punto di vista istituzionale Napoli è molto più di questo”, queste le parole di Matteo Renziper celebrare la rinnovata intesa; consapevole della necessità dell’apporto concreto delle istituzioni locali “per cambiare”, si è rivolto anche ai sindaci dell’area metropolitana di Napoli, presenti alla cerimonia.

De Magistris, nel suo intervento in prefettura, ha rilevato l’importanza del dialogo tra le istituzioni, nonostante la distanza politica: “Abbiamo dimostrato di poter tenere separata la dialettica politica…da un corretto ed efficace rapporto istituzionale”. Rapporti istituzionale che lo stesso sindaco ha definito “importanti strategici per il paese, strategici per il territorio”.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto