Il ritrovamento del cadavere è avvenuto il giorno 14 novembre, e nonostante il corpo fosse in ottimo stato di conservazione, secondo gli inquirenti potrebbe trattarsi Imelda Bechstein. Trattasi di una donna di 74 anni residente a Monaco di Baviera, scomparsa il 30 ottobre a bordo dello stesso traghetto, lo 'Sharden', dopo essersi imbarcata assieme al marito in Sardegna nel porto di Sassari. Stavano andando a Genova per poi tornare in Germania, è stato lo stesso marito a denunciarne la scomparsa. Adesso l'indagine si infittisce, dalle prime analisi non vi sono segni di violenza, e solo l'autopsia potrà definire la causa della morte. Ci sono degli elementi che alimentano il mistero, come ad esempio il luogo in cui si trovava il corpo senza vita della donna.

Sala macchine inaccessibile

Il luogo del ritrovamento è la sala macchine del traghetto 'Sharden', luogo però inaccessibile ai passeggeri, e lo stesso equipaggio vi si reca sporadicamente, tanto che il cadavere è stato ritrovato 15 giorni dopo. Il marito aveva raccontato che si erano addormentati insieme, poi al suo risveglio la donna non c'era, allora si è messo a cercarla chiedendo aiuto anche all'equipaggio, ma senza risultati. Perché la donna si sarebbe allontanata senza avvisare il marito? Perché si sarebbe recata in quel luogo in cui nemmeno lo stesso personale di bordo si reca praticamente mai? La nave è stata ispezionata tutta tranne la zona dove lei si trovava, forse perché ritenevano impossibile che fosse andata lì, quindi è probabile che fosse in vita anche i giorni seguenti alla denuncia di scomparsa.

I migliori video del giorno

Tutti interrogativi a cui solo l'autopsia potrà dare una risposta, che in alcuni casi mostra patologie delle quali una persona non era a conoscenza.

Riconoscimento da definire

Non è ancora chiaro se il marito della donna sia stato avvisato del ritrovamento, e chiamato per il riconoscimento del cadavere. Essendo al momento di fronte solo alla supposizione che possa trattarsi di Imelda Bechstein, prima di far intraprendere al marito il viaggio per giungere in Italia si cercano elementi aggiuntivi. Il marito fin dalla scomparsa non si è dato pace, tra le dichiarazioni che ha fatto alla polizia, vi era anche quella sullo stato di salute della moglie. 'Mia moglie non soffre di patologie particolari, e non era in cura dai medici' aveva detto al momento della denuncia. Stando a quanto è emerso dalle prime analisi autoptiche però, tutto farebbe pensare ad una morte naturale, anche se gli stessi inquirenti hanno dichiarato che fino a quando l'autopsia non sarà terminata, non si potranno fare ulteriori supposizioni.