Dal paese del sol levante è oramai consuetudine l'arrivo di notizie che per noi occidentali sono curiose e incomprensibili alle nostre usanze, come quando abbiamo saputo di un magnante milionario che pretendeva baci dalle sue impiegate, o di un'impresa che obbligava i suoi operai a mangiare delle zucche dal sapore sgradevole. La notizia scandalo stavolta arriva dalla città di Hanzhong, dove un'azienda ha recentemente obbligato i suoi impiegati a trangugiare dei vermi nel caso che essi non avessero raggiunto gli obiettivi che l'impresa gli aveva prefissati. Questa storia incredibile è venuta allo scoperto solo per pura fortuna, dopo che durante lo svolgimento di una festa aziendale dove erano invitati diversi ospiti, l'inusuale punizione è stata resa nota al pubblico con tanto di foto scattate e condivise sui social network.

La verità sull'accaduto

Mentre la festa dell'azienda era in corso, un dirigente ha richiesto l'attenzione del gruppo di invitati (una 50a di persone), e chiamando a se tutti i dipendenti che non avevano raggiunto gli obiettivi mensili prefissati, gli ha posto davanti dei bicchieri pieni di vermi affermando che, conoscendo la punizione che gli spettava dovevano mangiare gli invertebrati. Una di queste dipendenti però si è rifiutata fermamente di trangugiare il contenuto del bicchiere sostenendo che era incinta e quindi non poteva mangiarne e neanche assumere alcolici perché cosi facendo avrebbe messo in pericolo la vita del futuro nascituro. Da questo fatto è nato un diverbio tra il manager e la donna che si è concluso quando un amico della ragazza si è proposto di mangiare i vermi al suo posto pagando così la punizione che spettava all'operaia.

I migliori video del giorno

La versione del direttore dell'azienda

Dopo questo avvenimento scandaloso, un dipendente ha postato foto e video dell'accaduto nei maggiori social network, e la notizia è stata subito virale dato che in poche ore è stata condivisa quasi a livello globale. Subito il fatto è arrivato anche alla polizia del luogo che, dopo aver localizzato l'azienda che ha creato questo scandalo, ha richiesto informazioni al direttore. Lui avrebbe risposto alle forze dell'ordine che l'accaduto non era altro che un usanza dell'azienda e che i dipendenti, al momento della sottoscrizione del contratto, già conoscevano ed avevano accettato la stessa nel caso non avessero raggiunto gli obiettivi prefissati.