E in mezzo a tanto dolore, morte e devastazione c’è sempre chi è disposto a cogliere l’occasione per speculare, truffare, ingannare. Parte da Federconsumatori un appello a tutte le popolazioni del centro Italia colpite dal sisma di prestare la massima attenzione verso falsi tecnici comunali che si presentano alle porte chiedendo di entrare per un sopralluogo alla struttura. “Ci giungono segnalazioni relativamente a tentativi di furto da parte di cittadini che si spacciano per falsi ingegneri o tecnici incaricati di verificare lo stato delle abitazioni in seguito alle scosse.

Queste persone si presentano con tesserini del Comune falsi" si legge nella nota di Federconsumatori. Con la scusa di effettuare dei sopralluoghi, quindi, si approfittano della buona fede della popolazione, emotivamente colpita dal sisma, per entrare in casa cogliendo l’occasione per effettuare dei furti. Segnalazioni di visite anomale sono arrivate da Castiglion Fiorentino, in provincia di Arezzo, con un’allerta lanciata dall'amministrazione comunale e a Montesilvano, in provincia di Pescara, dove diversi cittadini hanno segnalato episodi sospetti.

Anche aCastenaso, in provincia di Bologna, ieri mattina è stata segnalata alla polizia municipale la presenza di due persone che si sono qualificate come tecnici comunali e hanno provato ad entrare all'interno di diverse abitazioni.

Massima allerta, quindi, soprattutto per le persone più anziane invitate a non far entrare nessuno in casa e ad allertare le autorità competenti in caso di visite. E dopo l’allarme sciacalli, con diverse segnalazioni giunte alle forze dell’ordine nei giorni immediatamente successivi al sisma, arriva un’altra piaga per le popolazioni colpite dal sisma che dovranno prestare molta attenzione a tutti coloro che si presenteranno alla propria porta.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Terremoto

Una piaga nella piaga, quindi, che si sta cercando di tamponare massimizzando la diffusione dell’allerta sfruttando anche i social network, utilizzati come volano per diffondere messaggi di attenzione in tempo reale in tutte le comunità colpite.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto