Di tanto in tanto, qualcuno preannuncia la fine del mondo. Prima a ridosso dell’anno mille, poi in vista della Seconda guerra mondiale, poi nel 2000 e ancora nel 2012. In genere si tratta di interpretazioni religiose o semplici credenze popolari. Questa volta, però, l'eventuale Apocalisse è stata annunciata da un ricercatore, il quale ha indicato anche il mese: ottobre 2017. Come dovrebbe avvenire?

Sette corpi orbitanti si dovrebbero scontrare con la Terra, provocandone la distruzione. La teoria è contenuta nel libro "Planet X – The 2017 Arrival", di David Meade. Ecco, nel dettaglio, la sua catastrofica previsione.

Ad ottobre ci sarà la fine del mondo? La teoria di David Meade

Secondo Meader, i sette corpi orbitanti sopra menzionati farebbero parte di un sistema, e avrebbero dimensioni diverse tra loro. Alcuni sarebbero più grandi della Terra, mentre altri risulterebbero più piccoli della Luna. In entrambi i casi, l'eventuale collisione con uno di essi provocherebbe la distruzione del nostro pianeta. Secondo il ricercatore proverrebbero da sud e, prima di impattare con la Terra, dovrebbero compiere delle rotazioni tra nord e poi nuovamente a sud.

Nel suo studio, Meader scrive che tra le avvisaglie della collisione sono da inserire le varie catastrofi naturali avvenute di recente, come terremoti, alluvioni e uragani. Come mai se n'è accorto solo lui e gli scienziati non hanno mai detto nulla?

La risposta dell'autore del libro è che i corpi orbitanti starebbero tenendo una direzione di viaggio inconsueta, definita senza troppi tecnicismi come "strana".

2017: le altre previsioni catastrofiche

Teoria di Meade a parte, il 2017 viene da più parti considerato come l'anno che porterà alla fine del mondo. Ad esempio, ha diffuso una certa inquietudine l'avvistamento, a Capodanno, di una cometa blu.

I più attenti alle profezie religiose, poi, ritengono che ci sarebbe una data nascosta nella Bibbia che, dopo la decodificazione, indicherebbe proprio la fine di quest’anno come il periodo in cui dovrebbe verificarsi l'Apocalisse.

Infine ci sono i climatologi a completare il quadro catastrofico, sostenendo che gli stravolgimenti climatici in atto potrebbero portare presto alla distruzione della Terra: che il freddo anomalo di questi giorni sia un preludio a tutto ciò?

In Puglia, a tal proposito, proprio in questi giorni è stata rispolverata un’antica profezia.

Segui la pagina Scienza
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!