Quella andata in onda ieri sera a "Quarto Grado" su Rete 4 alla sorellastra di Igor "il russo", il latitante accusato di aver commesso diversi omicidi, è stata una lunga ed a tratti impressionante intervista. Nonostante abbia diverse centinaia di uomini delle Forze dell'Ordine sulle proprie tracce, l'uomo è ancora in libertà riuscendo a prendersi gioco dell'intero sistema di sicurezza italiano. Le autorità saranno costrette a cambiare strategia visto che siamo arrivati al ventesimo giorno di ricerche e igor è ancora uccel di bosco. Secondo i corpi speciali, un essere umano può sopravvivere in condizioni critiche, nutrendosi con ciò che trova e dormendo all'aperto, non più di un mese, ma Igor è sagace e ben addestrato.

Molteplici inoltre sono le segnalazioni dei cittadini di presunti avvistamenti del latitante, l'ultima della serie a Chioggia, che sta diventando un vero incubo della popolazione delle zone in cui si crede si stia nascondendo.

L'intervista alla sorella

Francesca Carollo della trasmissione "Quarto Grado" ha intervistato Nikoletta Begel, sorellastra del fuggiasco che vive a Subotica, in Serbia. La giornalista le ha chiesto quale sia stata l'ultima volta che ha visto o che parlato con suo fratello, domanda alla quale la donna ha risposto dicendo che lei aveva 4 o 5 anni, quando il fratello se ne andò di casa. Da quel momento, ha affermato di avere contatti con lui solamente una o due volte all'anno, tramite i social network. La Begel ha raccontato di non essere in possesso nemmeno di un recapito telefonico di Igor.

Stando alle foto pubblicate su Facebook dal fratello, credeva che quest'ultimo lavorasse in un negozio di automobili.

La famiglia è rimasta sotto choc

La Carollo ha continuato l'intervista, chiedendo alla donna se il fratello le avesse mai inviato dei soldi, ipotesi negata dalla sorella, che ha fatto chiarezza sul nome del ricercato. Il suo vero nome è Norbert Ezechiele Feher e Nikoletta non sapeva che venisse chiamato Igor fino a quando non l'ha appreso dai social network.

La Begel ha detto, inoltre, che non era al corrente che suo fratello fosse stato in carcere in Italia. Ha raccontato di essere rimasta scioccata, come il resto della famiglia, alla notizia che Norbert, o se preferite Igor, avrebbe ucciso diverse persone. "Prima di adesso non avevamo mai sentito parlare male di lui" ha affermato la Begel. L'intervista si è conclusa con Francesca Carollo che ha chiesto: "Vuole dire qualcosa a suo fratello?

Magari di consegnarsi alla polizia?". Ma l'intervistata non è riuscita a credere che Igor abbia commesso questi crimini, credendo nella sua innocenza, affermando inoltre che il fratello non è come viene descritto. La giovane ha infine esortato il fuggiasco a "tenere duro che tutto andrà bene".

Segui la nostra pagina Facebook!