L'emergenza Coronavirus è tutt'altro che passata, siamo ancora in piena pandemia, ma questa situazione non sembra preoccupare più di tanto una buona parte dei cittadini di Filadelfia, un piccolo comune in provincia di Vibo Valentia, in Calabria. Infatti nella giornata di domenica delle Palme il sacerdote ha regolarmente celebrato la Messa nella Chiesa di Santa Barbara. Numerosi i credenti della cittadina che si sono messi in fila per ricevere l'ostia. Il sindaco Maurizio De Nisi ha fatto sapere che appena si è saputo di quanto stava accadendo, anche attraverso video diffusi in diretta sul web, le forze dell'ordine sono intervenute per far rispettare le norme finalizzate al contenimento del Covid-19.

Sempre il sindaco ha annunciato ulteriori provvedimenti per quanto accaduto. Purtroppo scene simili si erano viste nei giorni scorsi con protagonisti alcuni fedeli delle zone di Catanzaro e di Crotone.

A Pasqua celebrazioni senza fedeli

Non è ancora il tempo per tornare a celebrare messa con i fedeli. Nei giorni scorsi, il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, ha chiarito che, nonostante la delusione, allo stato attuale non può essere effettuata alcuna cerimonia, aggiungendo che in tutta la storia del Cristianesimo non è mai accaduto di celebrare la Pasqua in maniera così ristretta. Lo stesso concetto è stato espresso anche dal Presidente della Lombardia, Attilio Fontana: "Anche volendo non potrei fare nulla", la decisione che emerge dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri non lascia alcun dubbio.

Anche l'assessore della Lombardia Giulio Gallera è tornato sull'idea lanciata da Salvini di far celebrare la Messa di Pasqua, ma anche lui l'ha bocciata: "Sarebbe complicato assicurare la giusta distanza tra le persone, anche riducendo i posti su ogni panca". Ancor più chiara la stroncatura all'idea da parte del Governatore Veneto, Luca Zaia, che ricordando alcuni contagi avvenuti proprio in celebrazioni religiose ha escluso l'evenienza.

Il Sottosegretario di Stato al Ministero degli Affari Esteri, Manlio Di Stefano, invece, ha suggerito ai fedeli di pregare da casa lasciando decidere alla scienza le modalità per combattere il Coronavirus.

Ancora troppa gente per le strade, record di multe in Italia

Nonostante i numerosi inviti a rimanere a casa, nonostante numerose denunce e multe effettuate nelle ultime settimane, ci sono ancora molte persone che continuano a non seguire le indicazioni imposte, andando in giro come nulla fosse, spesso senza che ci sia alcun motivo di reale necessità.

Nei giorni scorsi, nella provincia di Salerno, un minorenne per andare a trovare la fidanzata ha commesso numerose infrazioni. Dando un'occhiata ai dati rilasciati dal Ministero dell'Interno, nella giornata di sabato sono state sanzionate quasi 9.000 persone che non hanno rispettato il decreto che limita gli spostamenti, 54 di queste hanno dichiarato il falso nelle autocertificazione, mentre altre 10 persone hanno violato addirittura la quarantena, multati anche un centinaio di titolari di attività commerciali.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Calabria
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!