Angela Celentano, la bambina scomparsa durante una gita in famiglia sul Monte Faito il 10 agosto del 1996, è rimasto da sempre un mistero irrisolto. Di recente la pista messicana aveva riaperto le speranze, rivedendo in celeste ruiz tratti somiglianti alla ragazza.

Angela Celentano era stata ricondotta a Celeste Ruiz

Celeste Ruiz, la misteriosa ragazza messicana ricondotta ad Angela Celentano, era, fino a poco tempo fa, introvabile. Le foto della ragazza erano state mandate via posta elettronica alla famiglia Celentano ben 6 anni fa. Nella mail in questione la stessa Celeste affermava di essere Angela.

Ai primi contatti erano seguite numerose telefonate ed una fitta corrispondenza. I Celentano sembravano aver riconosciuto nella ragazza la figlia scomparsa anni prima, ma quando chiesero di poterla incontrare, Celeste sparì nel nulla. Da lì le estenuanti ricerche che ricondussero le email a Cristino Ruiz, dipendente del Ministero della Giustizia messicano e residente a Cancun. Tuttavia, nessuna traccia della ragazza, il che ha fatto pensare a collegamenti con esponenti della malavita messicana. Il caso era stato recentemente affrontato dalla trasmissione Quarto Grado.

Svolta nelle indagini, ritrovata Celeste Ruiz

Quest'oggi, venerdì 12 maggio, il mistero è stato risolto dal tribunale di Torre Annunziata.

Le foto ritraggono una donna di 12 anni più grande di Angela Celentano, sarebbero state scattate ad una festa e poi diffuse in rete. L'identità di Celeste Ruiz, dunque, sarebbe stata completamente costruita senza alcun fondamento e verità. La ragazza della foto, ignara del tutto, sarebbe stata ritrovata e sottoposta al test del dna, che avrebbe escluso ogni tipo di legame con la famiglia Celentano.

La ragazza, inoltre, sarebbe attesa a Napoli per essere interrogata dalla procura. Al fine di velocizzare le ricerche, le autorità messicane avevano sollecitato la diffusione dell'immagine della ragazza tramite una cospicua ricompensa di tre milioni di pesos equivalenti a 144 milioni di euro, che, in questo caso, ha dato i frutti sperati.

Nonostante l'inaspettato ritrovamento, il procuratore ha assicurato che le indagini avranno un prosieguo in Messico al fine di chiarire le responsabilità dell'intera vicenda.

Esclusa dunque la pista messicana, che sembrava la più solida e aveva fatto sperare in positivo la famiglia della ragazza, le ricerche non si fermeranno, affinché un giorno possa essere scoperta una volta per tutte la verità sulla scomparsa di Angela Celentano.

Segui la nostra pagina Facebook!