Allarme terrorismo rientrato in Francia. Ieri, 16 giugno vicino lione è stata trovata un auto carica di bombole gas poco distante dall'industria chimica di Chasse-sur-Rhone. La struttura è classificata come 'Seveso', ciò significa che vi si svolgono attività industriali pericolose. La zona è stata immediatamente evacuata e immediato è stato l'intervento degli artificieri. La gente della zona è stata invitata a non uscire di casa. Ma, coe detto, si è trattato di un falso allarme. Il proprietario dell'auto si è rivelato un innocente fattorino che consegnava bombole di gas.

Pubblicità
Pubblicità

Lione, allarme terrorismo rientrato: una macchina carica di bombole gas è stata trovata poco distante da un'industria chimica

Secondo quanto riportato da "Repubblica", le bombole di gas collocate all'interno del mezzo erano 14. La polizia locale ha richiesto rinforzi alle altre regioni francesi ed è stato costruito un cordone di circa 500 metri attorno al veicolo. Gli artificieri hanno costatato che le bombole non presentavano alcun sistema di innesco. Inoltre, il proprietario si rivelato solo un fattorino che faceva consegne di bombole di gas.

Pubblicità

L'Europa nel terrore, quando finirà tutto questo?

L'Europa vive nel terrore ormai da diverso tempo, dal 2004 ad oggi sono stati 15 i grandi attentati terroristici di matrice islamica che hanno colpito città come Madrid, Parigi e Londra. Il primo vero attacco all'Europa fu quello dell'11 marzo 2004 a Madrid, una decina di bombe vennero posizionate in diverse stazioni, causando la morte di 191 persone.

Il 7 luglio 2005 è stata la volta di Londra, un kamikaze si fece esplodere tra la folla provocando la morte di 56 persone e un numero elevato (circa 700) di feriti. Il 24 maggio 2014 venne colpita Bruxelles con un attentato al museo ebraico, morirono quattro turisti. Il 2015 è stato l'anno del terrore per Parigi, tutto è iniziato il 7 gennaio con l'attacco alla redazione Charlie Hebdo, perchè pubblicarono una vignetta che ridicolizzava Maometto; persero la vita dodici persone.

Il 13 novembre con l'assalto al Bataclan e diverse zone della città persero la vita 129 persone, è stato il bilancio più alto di vittime. Negli anni successivi verranno colpite Bruxelles (35 morti), Nizza (camion sulla folla causa 87 morti), Berlino (12 morti), Istanbul (39 morti), Londra (5 morti), Stoccolma (5 morti), Parigi (attacco lieve a una guardia) e infine Manchester, durante il concerto di Ariana Grande un Kamikaze si fece esplodere,

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto