Mentre in Corea del Sud si stanno svolgendo le #Olimpiadi, ed i migliori atleti del mondo gareggiano, chi sciando, chi pattinando, tutti comunque cercando di vincere la manifestazione più importante della propria carriera sportiva, ci si può continuare a cibare di carne di #cane.

I cani vengono allevati per essere macellati

I contadini di Asia e Corea del Sud allevano per abitudine questi poveri animali, al fine di ucciderli, per farne consumo domestico. Nei loro allevamenti i cani sono tenuti in condizioni estreme, possono bere una volta sola durante il giorno, e ricevono per nutrirsi solo dei miseri avanzi. Non sono controllati da nessun veterinario non ricevono una carezza, e vengono snobbati dall'uomo, che il cane considera da sempre suo amico.

In questi luoghi la cultura consente che la carne di cane venga consumata e si considera piatto prelibato. Si stima che ogni anno vengano uccisi trenta milioni di cani a questo scopo.

L'Humane Society International in difesa dei cani

L'Humane Society International, in Corea del Sud, ha reso possibile però salvare già 1200 cani, facendo chiudere 10 allevamenti, indirizzando gli agricoltori verso altre attività. Il Direttore dell'HSI è Wendy Higgins. L'organizzazione solamente a dicembre ha salvato 170 cani che si trovavano presso una fattoria di Namyangju, vicino a Seoul. C'erano cani da caccia, chiuahua, golden retriever, e tanti altri, di razze diverse. Il proprietario della fattoria ha confidato di avere un cane che ama [VIDEO] e che abita con lui, che non avrebbe fatto la fine degli altri, cioè quella di diventare carne da macello.

Il tizio, che si chiama Kim Young Hwan, vive infatti con un bulldog inglese di cui dice si occuperà fino alla sua morte. Come possa conciliare l'allevamento di cani destinati alla macellazione, con l'affetto per il suo cane, difficile da capire.

Le Olimpiadi hanno spinto a far chiudere alcuni mercati di carne di cane

Per non cadere nelle critiche che la comunità internazionale avrebbe mosso alla Corea del Sud per questi motivi, i coreani hanno cercato di correre ai ripari, smantellando molti mercati di carne di cane. E' lì che i cani vengono [VIDEO]impiccati in pubblico, o uccisi con scosse elettriche, o altri crudeli mezzi. Di certo questo non è sufficiente per arginare il problema. Perciò quasi mezzo milione di persone su change-org hanno firmato perché vengano boicottati i Giochi olimpici. Anche numerosi atleti delle olimpiadi, come la pattinatrice olimpica Meagan Duhamel, canadese, spera di poter salvare dei cani, oltre al suo, che già dal 2017 si è portata via da un allevamento, sottraendolo alla macellazione.

In 44 stati degli Stati Uniti si uccidono cani e gatti per consumo domestico

Anche negli Stati Uniti, sembra impossibile, in ben 44 stati, si potrà consumare carne di gatto e di cane almeno sino a quando non diventerà operativo il progetto di legge federale H.R. 1406 del 7 marzo 2017 ( Dog and cat Meat Trade Prohibition Act of 2017). Non così in Virginia, California, Hawaii, New York, Georgia e Michigan, dove sono da tempo messi al bando spezzatino di cane e patè di persiani.