La situazione delle nostre scuole non è delle migliori e questa non è una novità, i fondi nazionali per l'istruzione sono sempre molto scarsi e spesso i conti delle scuole [VIDEO] sono in rosso. Non avendo denaro per la manutenzione spesso accade che alcuni istituti rimangono impotenti di fronte al degrado delle strutture e incapaci di trovare soluzioni. Questa mattina si è sfiorata una tragedia nelle Marche, dove un soffitto di un'aula è crollato verso le 7:30.

Crolla il soffitto

Fortunatamente le aule erano ancora vuote stamattina poco prima del suono della campanella, dove a Fermo è venuto giù l'intero soffitto creando danni ingenti all'interno di un'aula di un istituto tecnico.

Il tutto è avvenuto appena un'ora prima dell'ingresso di insegnanti e studenti, se fosse capitato più tardi sarebbe stata una tragedia. Secondo le prime ricostruzioni dei Vigili del fuoco la causa del crollo è da attribuire a un'infiltrazione d'acqua, ma in campo ci sono anche altre ipotesi tra cui l'età avanzata dell'edificio, costruito molto tempo fa. All'interno della scuola al momento sono presenti sia i tecnici della provincia (responsabili provinciali per l'edilizia scolastica) e, appunto, i Vigili del fuoco insieme alla preside dell'istituto, Margherita Bonanni. Una volta rimosse le macerie gli operatori stanno verificando la sicurezza dell'intera struttura, al fine di valutare altri possibili crolli o cedimenti dell'edificio. Il cedimento ha colpito [VIDEO] un'intera aula del triennio, ma secondo le prime testimonianze le lezioni si stanno svolgendo regolarmente in altre aule del complesso.

La preside della scuola, di concerto con i tecnici della Provincia, sta valutando i provvedimenti da intraprendere da qui ai prossimi giorni, specialmente in merito all'evacuazione della struttura.

Il terremoto devastante del 2016

Gli interventi per i pompieri si stanno rivelando più complicati del previsto, la messa in sicurezza della scuola è minata dalla vicinanza della chiesta di Sant'Agostino. Tutta la zona è ancora puntellata a seguito degli ingenti danni occorsi durante le scosse di terremoto che hanno colpito tutto il Centro Italia, nel 2016. Era il 30 ottobre del 2016 quando una scossa di magnitudo 6,5, con epicentro a Norcia, si diramò per tutta l'area. Fermo fu colpita in modo violento, e proprio la chiesta di Sant'Agostino subì dei crolli e diverse crepe sulle pareti dell'edificio.