Mai Elivelton Neves Moreira avrebbe immaginato che la rapina che si sarebbe apprestato ad effettuare nei confronti di un gruppo di famiglie sarebbe stata fatale per la sua vita. Siamo in Brasile, in una cittadina dello stato di San Paolo: è il giorno della festa della mamma, e il balordo di soli 21 anni si imbatte in una via del centro in un gruppetto di persone composto da mamme, papà ed i loro piccoli figli reduci da un party.

Ha sicuramente pensato di trovarsi di fronte ad una ghiotta occasione per racimolare qualche soldo. Senza perdere tempo si è parato dinanzi a loro, ha estratto la pistola e, puntandola verso i i ragazzini, ha minacciato i loro genitori.

Sicuramente non avrebbe mai pensato che tra loro ci fosse una mamma poliziotta coraggiosa e dal grande sangue freddo.

Ha estratto la pistola dalla borsetta e non ha esitato a sparare

Katia Sastre, agente di polizia 42enne, non ha perso la calma nel vedere i propri figli messi sotto tiro dal giovane rapinatore. Approfittando della sua distrazione, senza perdere tempo, ha estratto dalla borsetta la sua pistola di servizio, ha mirato all'uomo e ha sparato tre colpi verso di lui. Sono andati tutti a segno, centrando mortalmente lo stomaco del balordo, che immediatamente è caduto a terra. Subito dopo, con uno scatto felino, la donna si è lanciata sul rapinatore, lo ha disarmato ed ha allontanato la sua arma da fuoco con un calcio.

Le ferite inferte dalle pallottole si sono rivelate letali per il giovane delinquente.

Nonostante il tempestivo intervento di un'ambulanza, prontamente chiamata dalla donna poliziotto, a nulla sono valsi i soccorsi. L'uomo è deceduto poche ore dopo la rapina. [VIDEO]Le immagini dell'aggressione, riprese da una telecamera di sorveglianza presente sul luogo dell'agguato, hanno fatto prima il giro del Brasile, poi di tutto il mondo. Sono state riprese da telegiornali e siti internet di informazione di tutti i continenti, dall'Australia alle Americhe.

Il pubblico encomio del governatore di San Paolo

L'azione dell'agente Sastre per difendere i suoi ragazzi e i loro amici ha avuto una così vasta eco che ha portato il governatore dello stato di San Paolo, Marcio Franca, a pronunciare un pubblico encomio, elogiando il coraggio e la determinazione messi in atto dalla 42enne per aver protetto e sventato, con la sua fulminea azione, un atto criminale che avrebbe potuto portare a tragiche conseguenze.