La scorsa notte XXXTentacion, al secolo Jahseh Dwayne Onfroy, è deceduto nelle vicinanze di Miami all'interno della sua automobile. Il rapper, nonostante la giovane età – era nato nel 1998 – godeva già di enorme popolarità a livello internazionale. In queste ore sono infatti in tantissimi, negli Stati Uniti d'America come nel resto del mondo, Italia inclusa, a manifestare pubblicamente il proprio cordoglio sul web.

Tuttavia, tra i tanti utenti che popolano i social network, ce ne sono alcuni che stanno già approfittando della situazione per fare del becero 'black humor', nonostante il ragazzo sia deceduto da poco più di ventiquattro ore. Per contrastare questo fenomeno, più vivo che mai in Italia, molti rapper dello stivale hanno deciso di invitare pubblicamente i propri supporter a rispettare la memoria di XXXTentacion.

'Non c'è più rispetto neanche per la morte'

Il primo a sottolineare e a condannare questa tendenza è stato Mecna, soltanto un'ora dopo la morte del giovane rapper americano: "Nonostante sia appena morto un ragazzo di 20 anni, per chissà quale ragione, c'è comunque gente che trova il tempo di fare dell'ironia stupida. Gente che arriva a dire 'gli sta bene'. E non è neanche passata un'ora. Questo vuol dire che siamo ormai ad un livello tale, che non c'è più rispetto neanche per la morte" ha dichiarato l'autore di 'Laska'.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera Rap

Junior Cally, in perfetta linea con il pensiero di Mecna, ha invitato i suoi followers, tramite una grafica caricata nelle sue Instagram Stories, a 'lasciare in pace' il ragazzo appena deceduto.

Pensiero confermato anche da Samuel Heron, il quale ha voluto manifestare la sua opinione tramite un messaggio di testo caricato nelle sue Instagram Stories. Queste le sue parole: "Soffrivi così tanto il mondo, quel mondo che sta facendo del tuo corpo senza vita, merce da social network.

Abbiate un po' di buon senso."

Highsnob: 'Travisate ogni cosa che dico'

Ma il caso più emblematico è probabilmente quello di Mike Highsnob. Il rapper spezzino nei mesi scorsi aveva duramente criticato XXXTentacion, che in patria era stato accusato di aver malmenato la sua ex ragazza. Per questo motivo, subito dopo la diffusione della notizia della scomparsa del rapper americano, molti supporter dell'autore di 'La tocco piano' hanno iniziato a tempestare di messaggi compiaciuti la pagina di HighSnob.

Quest'ultimo ha sentito quindi il bisogno di fare delle doverose precisazioni, queste le sue parole:

"Mi stanno arrivando mille messaggi sulla morte di XXXTentacion, come per dire 'che bello è morto, hai visto ?' Ragazzi, io penso che smetterò di parlare sui social, perché viene travisata ogni cosa che dico. [...] A me non fa piacere che sia morto un ragazzo di 20 anni, io non posso leggere il messaggi di un ragazzino di 15 anni che mi dice 'Finalmente è morto XXXTentacion'.

A questo punto preferisco non dire più niente, non dare più determinati giudizi, perché mi sembra che non riuscite a comprendere che c'è un limite."

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto