La birra è una delle bevande alcoliche più vendute in tutto il mondo, ne esistono di tantissimi sapori e con diverse gradazioni alcoliche. Uno dei marchi più conosciuti, la Glutenberg, ha recentemente commesso un errore su alcune confezioni di birra indicando una gradazione alcolica nettamente inferiore a quella realmente presente. Gli imballaggi interessati dal ritiro sono quelli del lotto 24606298 e con la scadenza al 29/03/2019, dati indicati su ogni lattina. Il birrificio ne ha disposto il ritiro da tutti i supermercati.

Pubblicità
Pubblicità

Birra Glutenberg ritirata dai supermercati

La Glutenberg è un brand canadese, famoso per le sue birre analcoliche e senza glutine. L'azienda è nata nel 2010 ed è principalmente specializzata proprio nell'offrire un tipo di prodotto a basso contenuto alcolico oltre che una birra appositamente pensata per persone celiache. Qualche giorno fa, però, l'azienda ha disposto il ritiro volontario di una partita di birra a causa dell'elevata presenza di contenuto alcolico.

Pubblicità

Se il loro tipo di birra è infatti conosciuta per avere al suo interno un massimo dello 0,1% di alcol, nel lotto interessato (come apposite analisi di laboratorio hanno confermano) è infatti presente una quantità pari al 3,4%, che corrisponde in pratica alla stessa quantità presente nelle "normali" birre alcoliche. La maggior parte delle confezioni in oggetto sono state ritirate prima che venissero vendute, tutti gli esercenti sono stati contattati dall'azienda per chiedere la rimozione dagli scaffali.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute

Ovviamente una parte delle birre sono state vendute e i consumatori che le hanno acquistate potranno richiedere il rimborso, così come ha annunciato lo "Sportello dei Diritti".

Il presidente di questa associazione dei consumatori ha evidenziato che i prodotti acquistati potranno essere riportati al negozio per essere rimborsati, altrimenti potranno contattare direttamente l'azienda che se ne occuperà personalmente.

L'amministratore delegato dell'azienda canadese, David Cayer, ha fatto sapere invece che da questo momento in poi verranno messe in atto tutte le misure necessarie per controllare in maniera più efficace la gradazione alcolica del proprio prodotto, impedendo che questi errori si possano ripetere in futuro. C'è poi anche da considerare anche un danno di immagine a cui l'azienda si è incosapevolmente sottoposta, se si considera infatti che nonostante la birra Glutenberg sia sul mercato da appena 8 anni, ha già conquistato soprattutto i consumatori canadesi e si trova in vendita in ben 24 Stati americani oltre che in Europa.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto