È successo realmente a New Orleans, una città degli Stati Uniti D'America [VIDEO]. Due settimana fa Renard Matthews, un ragazzo di 18 anni, è rimasto vittima di una sparatoria. Per cause ancora da chiarire, il giovane è finito in maniera accidentale in quel luogo e ha perso la vita. Sorprendente la commemorazione dei familiare che hanno voluto preparare un funerale diverso dal solito. La famiglia ha infatti proposto di posizionare la salma su una sedia e metterla davanti alla televisione con in mano la playstation. Ma non è tutto.

Un funerale insolito, per un 18 enne di New Orleans

La famiglia [VIDEO], durante il rito funebre, oltre a posizionare il corpo del 18 enne davanti al suo gioco preferito, ha voluto affiancare anche alcuni snack che mangiava di solito mentre giocava con la playstation.

Inoltre, i familiari lo hanno vestito con la maglia del suo sportivo preferito dei Boston Celtics con il numero 11. Stando a quanto riferito dalla stampa locale, i genitori hanno voluto far rivivere per l'ultima uno dei momenti preferiti del giovane. Però, sono state molte le persone che hanno criticato i parenti per questo gesto, considerato insolito e folle.

Le cause della morte di Renard Matthews, un caso simile nel 2014

Ancora incerte le dinamiche della sparatoria. Dalle prime indiscrezioni, pare che il giovane sarebbe uscito di casa per portare fuori il cane quando si è trovato nel centro di una sparatoria. Uno dei quotidiani locali ha parlato di assassinio, mentre uno dei familiari ha dichiarato che il ragazzo è stato derubato.

Per il momento i carabinieri e la polizia hanno iniziato le pratiche per scoprire le cause della tragedia, senza ancora aver arrestato alcun colpevole o aver ricevuto delle testimonianze.

Molti i conoscenti che si sono diretti a porre l'ultimo saluto al giovane, nella giornata di oggi che si è tenuto il rito funebre. Secondo l'agenzia locale, il giovane è poi stato sepolto nella città.

Sembra essere una vicenda davvero imbarazzante e surreale, ma non l'unica successa al mondo negli ultimi tempi. Infatti un caso simile è accaduto quattro anni fa per il funerale di una donna di cinquant'anni. In quell'occasione i familiari avevano posto vicini al corpo sigarette e dei liquori per ricordare le sue più grandi passioni: bere e fumare. Si tratta di Miriam Burbank, chiamata anche 'Mae Mae', diventata famosa per il bizzarro rito funerario organizzato dai suoi più cari amici e parenti.