La storia di Salvatore Pezzano, ragazzo di 19 anni di Milano, è alquanto curiosa ma drammatica al contempo, almeno per come si sta evolvendo. Salvatore, a maggio, durante una partita di calcio con i suoi coetanei all'oratorio, è rimasto vittima di un preoccupante incidente. Uno dei ragazzi che giocavano con lui è intervenuto da dietro, prendendolo alla sprovvista. Nella caduta, Salvatore è stato anche raggiunto dal corpo di un altro ragazzo, che è caduto su di lui. Dopo aver chiamato l'ambulanza, il ragazzo è stato soccorso dai medici che prontamente l'hanno portato in ospedale. Una volta arrivati al nosocomio più vicino, dopo una serie di accertamenti, i dottori hanno riscontrato una grave lussazione sterno claveare.

Salvatore dunque deve ricevere cure immediate, ed essere operato urgentemente [VIDEO], visto che la sua clavicola si è lussata in una maniera quasi unica, sicuramente rarissima, ad una distanza risicata dall'aorta. La vita di Salvatore, che adesso deve stare attento pure a respirare per paura che qualcosa vada storto, è diventata un vero e proprio incubo da quando diversi chirurghi si sono tirati indietro dall'operarlo.

Salvatore rischia la vita

Salvatore Pezzano ha rivelato in diverse interviste che se non verrà curato urgentemente, la sua vita potrebbe essere seriamente a rischio. Un banale colpo alla spalla potrebbe infatti intaccare l'aorta, causandone spiacevoli conseguenze. Ma Salvatore, nella sfortuna, è stato ancora più sfortunato, poichè ad oggi nessun medico o chirurgo si sente in grado di operarlo.

Il giovane si è rivolto a diverse cliniche, ma in nessuna di queste si sono dimostrati favorevoli a procedere con un intervento chirurgico, ovviamente poichè nessuno vuole prendersi una simile responsabilità. Sulla drammatica storia di Pezzano si è anche espresso Alessandro Castagna, uno dei maggiori luminari italiani che si è interessato del caso, valutando tutti i rischi e le conseguenze di un intervento.

Le richieste sui social

Da maggio fino ad oggi, nessuno medico ha saputo rispondere a Salvatore, visto che tutte le cliniche da lui interpellate si sono tirate indietro dal compiere un simile intervento. Adesso il 19enne non riesce più a vivere serenamente e per tale motivo ha già lanciato diversi appelli su Facebook e Instagram. Salvatore ha raccontato la sua storia, con la speranza che il messaggio arrivi a qualcuno disposto ad aiutarlo, o meglio ancora ad operarlo. Stando alle ultime notizie, pare che si sarebbe fatto avanti l'Ospedale di Perugia, in particolare i medici Antonello Panti e Massimo Lenti. Due esperti del settore, che sembrerebbero essere disposti ad operare il ragazzo avendo alle spalle una serie di interventi delicati. Chissà se alla fine i due interverranno veramente.