Sono notizie drammatiche quelle che ci giungono dalla Calabria [VIDEO], dove pochi minuti fa, cinque escursionisti hanno perso la vita dopo essere stati travolti da un'ondata di piena mentre stavano visitando le gole del Raganello, nel cosentino. Altri escursionisti sarebbero al momento dispersi. Altri dodici sarebbero stati già individuati e tratti in salvo dai vigili del fuoco e consegnate al personale medico per tutte le cure del caso.

Calabria, escursionisti travolti da un'ondata di piena: è strage

Nella giornata di oggi 20 agosto in Calabria [VIDEO], precisamente nel cosentino, nei pressi del comune di Civita, si è consumata una strage.

Dalle prime frammentarie notizie che ci giungono, infatti, un gruppo di escursionisti, in cui erano presenti anche bambini, stava partecipando ad una visita all'interno delle gole del Ragenello, quando a cause delle forti piogge che si stavano verificando da diverse ore nella zona, sono stati investiti da un'ondata di piena che li ha travolti. Il bilancio al momento è di cinque morti accertati. Purtroppo sembrerebbe che altri siano stati trascinati via dalla forte corrente e abbiano fatto perdere le proprie tracce. Al momento non sarebbe comunque ancora noto quanti siano realmente i dispersi. Il sindaco del comune di Civita, Alessandro Tocci, ha riferito che sette degli escursionisti sono stati salvati dagli uomini dei vigili del fuoco e della protezione civile, tra cui un bambino che si trova in ipotermia ed è stato trasferito con un elisoccorso presso l'ospedale di Cosenza.

La dinamica di quanto accaduto non è ancora molto chiara, ma sembrerebbe che il gruppo si trovasse all'interno delle gole, quando il corso d'acqua si è ingrossato improvvisamente, cogliendoli di sorpresa.

In quel momento infatti, nella zona di Civita le precipitazioni erano meno consistenti, e per questo motivo probabilmente gli escursionisti hanno continuato la visita senza preoccuparsi più di tanto. Il corso d'acqua però si sarebbe ingrossato a monte, nei pressi del comune di San Lorenzo Bellizzi e li avrebbe quindi investiti in un secondo momento.

Sul luogo della tragedia si sono recati immediatamente i Vigili del fuoco, le unità del soccorso alpino, i carabinieri forestali e le forze dell’ordine che stanno facendo tutto il possibile per riuscire a rintracciare i dispersi. I sanitari del 118 stanno prestando le prime cure sul posto a chi è riuscito fortunatamente a salvarsi..