Tra moglie e marito (a brevissimo, Fedez e Chiara Ferragni si sposano oggi alle 18) ha messo il dito Luigi Di Maio in qualità di ministro dello Sviluppo economico. Oltre ad essere il matrimonio più discusso nella storia dei social, quello dell’influencer e del rapper è diventato un caso istituzionale.

La faccenda in realtà è già finita nel mirino del Codacons perché venerdì 31 agosto un gate dell'aeroporto di Linate e un volo della compagnia di bandiera sono stati interamente riservati a un gruppo di viaggiatori, il rapper e i suoi invitati, per raggiungere in Sicilia la promessa sposa Chiara Ferragni, una delle fashion blogger più influenti al mondo, in vista delle nozze che si celebrano oggi a Noto [VIDEO](Siracusa).

Ferragnez, ministero chiede spiegazioni ad Alitalia

Lo scalo di Linate ha dedicato un intero gate ai futuri sposi e ha addirittura modificato i display luminosi: al posto del nome della destinazione con meteo e orario di decollo, è comparsa la scritta 'Ferragnez', unione dei cognomi dei due promessi, Ferragni e Fedez, diventato un vero e proprio 'brand'.

Dal biglietto aereo ai gadget a bordo ai copri sedili personalizzati con il logo della coppia: tutto è stato dedicato all'evento perché il volo era interamente occupato dagli invitati alle nozze, come ampiamente documentato nelle immancabili Instagram stories pubblicate dal cantante sul suo profilo ufficiale.

Per questo, il ministro dello Sviluppo economico, al quale i commissari dell'Alitalia fanno riferimento, ha chiesto alla nostra compagnia di bandiera di fare chiarezza sulla vicenda.

E un deputato dem, Michele Anzaldi, ha presentato un’interrogazione a risposta orale ai ministri delle Finanze e delle Infrastrutture, Tria e Toninelli, chiedendo di stigmatizzare la decisione di personalizzare biglietti e schermi considerate le difficili condizioni economiche della compagnia commissariata dalla primavera 2017.

Alitalia ha precisato in una nota che non ci sono stati disagi per gli altri passeggeri in partenza dallo scalo di Linate. In quanto al volo di linea dedicato esclusivamente alle nozze Ferragni Fedez, la compagnia sostiene che non si è trattata di una sponsorizzazione ma di un accordo commerciale tra l'azienda e i due sposi.

Codacons contro 'Ferragnez'

Tutto apposto allora? Non proprio. Perché il Codacons, che ha sollevato il polverone, ha annunciato di voler presentare un esposto all'Enac, l'ente nazionale dell'aviazione civile, perché verifichi la correttezza dell'operato sia dell'aeroporto che della compagnia. Per l'associazione di consumatori non è concepibile che un intero scalo aeroportuale e la compagnia di bandiera italiana "si 'pieghino' a due personaggi famosi, modificando le normali prassi".

Il Codacons chiede di sapere se una simile iniziativa sia autorizzata dalla normativa di settore e annuncia azioni legali se saranno ravvisati costi a carico della collettività.

Matrimonio 'social'

Dopo la nascita del primogenito Leone lo scorso marzo che ha già, ovviamente, una sua personale pagina Instagram, l'evento atteso dai 19 milioni di follower della coppia star dei social è il loro 'royal wedding all'italiana'.

E' stato annunciato lo scorso maggio: dinnanzi alla platea stracolma di fans dell’Arena di Verona, il rapper Fedez ha chiesto la mano di Chiara Ferragni. La location scelta per l'evento, il comune siciliano dichiarato nel 2002 Patrimonio dell'Umanità da parte dell'Unesco, e la scelta di far atterrare gli ospiti, erano notizie di cui i seguaci erano già a conoscenza.

Fa parte delle 'follie' del royal wedding di casa nostra, oltre alla partecipazione alle nozze ricevuta dagli invitati in 3D, il volo brandizzato, la mamma e manager di lui, Annamaria Berrinzaghi, vestita da hostess con tanto di cappellino che lo ha accolto in cima alle scale dell'aereo, il pupazzo di due metri con le fattezze di Chiara prodotto dalla Trudi, mascotte della festa. Infine, ma non poteva essere altrimenti, nessuna esclusiva ai giornali: il momento del sì sarà in diretta social. [VIDEO]