I casi di malasanità, sia in Italia che all'estero, fanno sempre molto discutere e lasciano perplessi. L'ultimo fatto è avvenuto a Napoli, dove la Procura del posto ha aperto un'inchiesta per omicidio colposo. Un uomo, operato a causa della sciatica, è deceduto per via di un'infezione comparsa nei giorni successivi all'intervento. La vittima è Giuseppe De Rosa, uomo di 48 anni di Qualiano. A suscitare stupore, sono state anche le parole della moglie che ha rivelato di essersi sentita dire da un operatore della guardia medica di non preoccuparsi inutilmente. Non si sa ancora nei dettagli cosa sia andato storto ma sicuramente, nelle prossime settimane, verrà fatta maggiore chiarezza.

Si indaga per omicidio colposo

Il 48enne si era da poco operato per problemi alla sciatica, ma continuava ad accusare malesseri non di poco conto. La coniuge dell'uomo ha poi riferito che un operatore della guardia medica [VIDEO]le aveva detto di non chiamare l'ospedale per motivi banali. Dopo le numerose visite fatte negli ospedali di Giugliano e Pozzuoli, per l'uomo non c'è stato nulla da fare. La morte è avvenuta lo scorso 7 settembre all'ospedale di Pozzuoli, dopo il mese di calvario successivo all'intervento alla sciatica. L'Asl Napoli 2 Nord ha dichiarato di voler fare chiarezza su quanto successo e di essersi già messa all’azione per effettuare tutte le verifiche del caso: il cadavere della vittima Giuseppe De Rosa, infatti, è stato già sottoposto all'autopsia.

La famiglia chiede giustizia

I familiari di Giuseppe sono rimasti sconvolti da quanto accaduto. La vicenda sicuramente farà discutere in un lungo e in largo dopo che i familiari hanno denunciato quanto accaduto ai carabinieri del luogo e si aspettano adesso ulteriori riscontri. Durante il periodo post-operazione, l'uomo avrebbe chiesto di essere ricoverato e sarebbe stato visitato più volte [VIDEO] con tanto di esami anche strumentali. Le sue richieste, però, sono state tutte le volte ignorate fino ad arrivare poi al giorno della tragedia.

Bisognerà dunque indagare a fondo e capire quale sia stata la vera causa del decesso. A tal proposito l'Azienda sanitaria, dopo essersi dichiarata molto vicina al dolore e alla sofferenza dei familiari, ha assicurato che "porterà avanti tutte le azioni utili ad accertare la veridicità dei fatti" . Non ci resta che attendere per scoprire nuovi dettagli su questa tragica notizia.