Sta destando scalpore la vicenda che vede coinvolto un sacerdote a Malta [VIDEO], nella cittadina di Żebbuġ. Appena nominato, si è fatto portare in cattedrale a bordo di una Porsche trainata da cinquanta bambini con delle corde. Un triste spettacolo ripreso da alcuni testimoni che poi hanno diffuso la registrazione. Il video è diventato virale e sta creando serio sconcerto sia fra i fedeli che fra i non credenti, oltre a commenti di sdegno. In una intervista il sacerdote dichiara di non aver pensato che potesse essere una cosa sbagliata e non si dimostra per nulla pentito per quanto successo.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Il prete si è fatto trainare da 50 bambini

La vicenda si è svolta domenica scorsa nella cittadina dell'isola di Malta chiamata Żebbuġ. Il sacerdote Gwann Sultana si è messo in piedi a bordo di una lussuosa Porsche argentata per farsi vedere dalla folla festante [VIDEO].

Ma se non poteva passare inosservata la costosa scelta di sfilare su questo tipo di autovettura, ancora più sconcertante è stata la decisione di legare la Porsche a delle funi tirate, poi, a forza da cinquanta bambini (dei chierichetti della cattedrale) nel mezzo delle due ali di folla che nel frattempo si creava per far spazio alla "processione", decisamente troppo ambigua ed indegna, soprattutto per un uomo di Chiesa. Ciò che più colpisce nel video, però, è l'assenza totale di disturbo da parte della popolazione locale. Anzi, stando a numerosi video diffusi dai testimoni, le persone sembrano indifferenti allo sforzo dei piccoli e molto intenti ad acclamare il sacerdote.

'Non mi sembrava una cosa sbagliata'

"Non mi sembrava una cosa sbagliata". Sono state queste le parole del sacerdote nel momento in cui ha dovuto difendersi dalle dure critiche che gli sono state mosse da alcuni utenti che hanno visionato il video.

"Alcune sono ingiuste" ha detto il sacerdote in una intervista pubblicata della testata giornalistica maltese, Times of Malta. L'uomo dunque non ha accolto le critiche che gli venivano mosse, ancora di più non ha compreso (o non ha voluto comprendere) il messaggio pericoloso (a tratti inquietante) che ha mandato alla propria città e, per esteso, alla comunità cristiana. Gwann Sultana è stato ordinato sacerdote nel lontano 1996 ed ha studiato nella Pontificia Università Salesiana di Roma. Il sacerdote è pure docente al seminario spirituale di Gozo.

Correzione (16 novembre 2018): una precedente versione di questo articolo affermava che Gwann Sultana fosse arcivescovo di Malta. Si tratta invece di un sacerdote della Diocesi di Gozo. Ci scusiamo per l'errore.