Un uomo di 74 anni, creduto morto dalla famiglia, si è improvvisamente risvegliato quando era già stato organizzato il funerale. E’ accaduto a Montecalvo Irpino, un paesino in provincia di Avellino, dove il pensionato, dato per spacciato dai medici dell’ospedale nel quale era stato ricoverato, è ritornato a casa e, dopo che i parenti avevano già predisposto i preparativi per l’ultimo commiato, si è risvegliato tra lo stupore di congiunti ed amici.

Pubblicità
Pubblicità

La famiglia organizza il funerale, ma il “morto” si risveglia

Nel dettaglio, Mario Lo Conte, il pensionato settantaquattrenne protagonista dell’incredibile vicenda, era stato ricoverato dopo un malore all’ospedale di Ariano Irpino, il più vicino al suo paese di residenza, Montecalvo Irpino, quasi al confine tra Campania e Puglia. Dopo il ricovero, i medici del nosocomio campano non possono far altro che constatarne le gravissime condizioni, avvisando i familiari che, purtroppo, non è più nulla da fare.

Pubblicità

Di fronte all’evidenza dei fatti, la famiglia decide di riportare l’anziano congiunto a casa, dove viene avvisato il prete per l’estrema unzione ed organizzato il funerale. Ma proprio quando era già in quello che avrebbe dovuto essere il suo letto di morte, Mario Lo Conte ha riaperto gli occhi di fronte alle persone, incredule, riunite per la veglia funebre che, ovviamente, hanno immediatamente provveduto ad annullare il rito funebre.

Le parole del pensionato dal letto d’ospedale: “Padre Pio mi ha fatto la grazia”

La storia del pensionato irpino “resuscitato” è stata raccontata da Gianni Vigoroso, giornalista del canale tv 696 Otto Channel, che ha raccolto la testimonianza diretta dell’uomo resa dal suo letto d’ospedale di San Giovanni Rotondo, in Puglia.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute

“Sono vivo per miracolo”, ha raccontato il pensionato, aggiungendo di non ricordare nulla di quanto successo. Molto credente, l’uomo si è detto convinto di avere avuto la grazia Padre Pio, di cui è devoto, tanto da essere ora ricoverato proprio presso la Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, l’ospedale voluto dal santo di Pietralcina, per essere sottoposto ad accertamenti.

Nel suo letto d’ospedale, il settantaquattrenne è ora accudito da medici, infermieri e, ovviamente dai suoi familiari, e risponde alle numerose telefonate di amici e conoscenti che chiedono di sapere dalla sua “viva” voce come sta.

Mario Lo Conte a tutti risponde di essere stato salvato dalla fede. E ne sono convinti anche a Montecalvo Irpino, dove molti, in paese, gridano al “miracolo”.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto