Il magnetismo terrestre è di vitale importanza per coloro che abitano il pianeta Terra e adesso sta cambiando rapidamente. Infatti il Polo Nord magnetico (dove punta l'ago della bussola per intenderci), sta migrando dal Canada alla Siberia. L'inversione dei poli è un fenomeno naturale noto da tempo agli scienziati, ma ad allarmare i ricercatori è la velocità con cui questo stia avvenendo. Alexandra Witze nel suo articolo pubblicato su Nature, scrive 'Something strange is going on at the top of the world', ovvero 'Qualcosa di strano sta avvenendo in cima al mondo', vediamo perché.

Pubblicità
Pubblicità

Campo magnetico terrestre: che cos'è?

Il campo magnetico terrestre, che ci protegge dai raggi cosmici e come riporta Focus dalle radiazioni letali che provengono dal Sole, è generato dai moti del ferro che avvengono all'interno del nucleo della Terra, per la precisione la parte più esterna. Il ferro, per via della pressione e delle elevatissime temperature presenti al centro della Terra resta liquido. Il fluido metallico che è in continuo movimento nel nucleo, produce correnti elettriche che a loro volta creano il magnetismo.

Benché l'inversione dei poli sia un fenomeno naturale, gli scienziati non si aspettavano avvenisse con una tale velocità. Per questo motivo hanno deciso, come riporta Il Fatto Quotidiano di anticipare il report scientifico chiamato 'World magnetic model'.

World magnetic model

La presentazione del nuovo 'Modello magnetico globale' era attesa nel 2020, fra un anno circa. Il report doveva aggiornare quello del 2015, ma gli esperti hanno ritenuto opportuno anticiparlo, spostandolo al 15/01 del 2019.

Pubblicità

In seguito però per via dello shutdown USA, questo è stato fissato per il 30/01.

Il modello, benché non ce ne accorgiamo, è molto importante per la vita di tutti i giorni, poiché è usato sia nei navigatori come 'Google Maps', sia sui sistemi di bordo delle navi. Questi sistemi vengono aggiornati periodicamente, ma i ricercatori non pensavano di dover ricalcolare la posizione del Polo Nord magnetico prima del 2020.

'Qualcosa di anomalo sta accadendo in prossimità del polo magnetico'

Arnaud Chulliat dell'Università del Colorado Boulder afferma che le anomalie che stanno rilevando negli ultimi mesi sono il sintomo che dimostra che qualcosa di anomalo stia accadendo in prossimità del polo magnetico e quindi nelle viscere della Terra.

Inoltre Nature scrive che il Polo Nord Magnetico stia scivolando dal Canada verso la Siberia, portato dal ferro liquido che si muove al centro del nostro Pianeta. Questa potrebbe essere legata ad un 'getto di ferro liquido ad alta velocità al di sotto del Canada'. L'aumento di velocità dello spostamento per Domenico di Mauro dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia potrebbe essere il segno dell'arrivo dell'inversione dei poli.

Problemi legati all'inversione dei poli

Ma l'inversione dei poli non si limiterà a non far funzionare correttamente i navigatori e a spostare l'ago della bilancia di qualche grado.

Pubblicità

Di Mauro afferma che il fenomeno negli ultimi 170 mln di anni è avvenuto più di 100 volte, l'ultima delle quali c'è stata 780.000 anni fa.

L'inversione dei poli farebbe scomparire lo scudo terrestre, esponendo completamente la Terra al flusso di particelle cariche del vento solare, che sono dannose per l'uomo.

Leggi tutto